Pepito Torres: ‘per giovani la fotografia e’ un hobby, prima pensare a laurea’

Roma, 8 mag. (Labitalia) – “Ai giovani consiglio, se hanno passione, di prendere la fotografia come una forma di espressione ed arte. Di iniziare il percorso come hobby, con accanto una laurea o un mestiere valido che permetta di proseguire con la passione fotografica: se c’e’ fortuna, questo mestiere da’ grande gioia e liberta’. E mai sentirsi arrivati. Io, ancora oggi, imparo”. Cosi’, in un’intervista all’Adnkronos/Labitalia il celebre fotoreporter spagnolo, Pepito Torres.

“Ho lavorato – racconta – come fotografo ufficiale al Teatro dell’Opera di Roma per i balletti, quindi ho potuto lavorare a stretto contatto con Nureyev, Vassilyev, Carla Fracci ed altri personaggi internazionali. In seguito sono stato chiamato dal Teatro Argentina di Roma, arricchendo il mio archivio con tutti i mostri sacri del teatro importante di allora. Sono passato anche a fare ritratti, lato di questo lavoro che amo molto. Poi, moda, set cinematografici, ma ritengo non si trovi creativita’ ad essere fotografo di scena nei film”.

“Ho lavorato per anni – continua Torres – con Playboy, dove ho potuto realizzare immagini sensuali e non volgari. Durante un servizio di nudo in Marocco, sono arrivato a scoprire la mia grande passione per il paesaggio che mi ha portato a pubblicare con il Touring Club Italiano il mio primo volume monografico sul Marocco”.

Un’altra passione professionale di Torres e’ la musica. “Le canzoni ed i ritmi – sottolinea – li ho sempre avuti nel sangue. Ho sempre cantato anche prima di studiare, durante le riprese fotografiche di persone o paesaggi. Il mio primo concerto l’ho realizzato nel maggio 2014 a 68 anni, ma ho sempre avuto passione per la musica. Ho incontrato Viko (Liano Concolino) che, sentendomi cantare, mi ha spinto ed accompagnato nel progetto di ‘Corazon latino'”.

“Prossimamente – afferma – saro’ a Roma al Palazzo Santa Chiara, in un concerto gratuito che dedichero’ ai miei amici. Eseguiro’ un repertorio latino-americano con un gruppo di musicisti bravissimi, guidati dal maestro Paolo Iurich, che si muove con grande facilita’ tra la salsa cubana y boleros, il jazz ed il classico”.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Pepito Torres: ‘per giovani la fotografia e’ un hobby, prima pensare a laurea’"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


17 − 12 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.