Fiore di cactus, la commedia di Broadway a Roma il 22 maggio

Roma, 8 mag. (Labitalia) – Una grande stella del teatro internazionale che non smette mai di brillare, allietando e sorprendendo lo spettatore da oltre cinquant’anni, con una trama sofisticata e divertente. Il 22 maggio a Roma, presso il teatro Ghione, l’Associazione culturale 99 presenta, alle ore 21, la commedia Fiore di cactus’, con Paola Pulci, Stefano Licci, Alessandra Berton, Gaetano Lizzio, Libero Bentivoglio e Rosario Tronnolone.

Cactus flower, scritta da Abe Burrows su testo di Barillet&Gre’dy, fu uno dei massimi successi degli anni ’60 a Broadway, dove debutto’ nel dicembre del 1965 e chiuse solo nel novembre del 1968, dopo 1234 repliche. L’anno successivo ne venne tratta una fortunatissima versione cinematografica con icone del grande schermo come Walter Matthau, Ingrid Bergman e una giovanissima Goldie Hawn. Dopo piu’ di mezzo secolo la pie’ce teatrale continua a emozionare i teatri di tutto il mondo grazie a un intreccio basato su equivoci e complicazioni derivanti da bugie.

In questa commedia ‘e’ possibile individuare il bandolo che scioglierebbe l’intricata matassa nella confessione della lampante verita’ dell’amore – spiega Rosario Tronnolone, attore e regista dello spettacolo – amore che, peraltro, e’ presentato all’inizio in un’accezione tragica: una giovane donna tenta il suicidio perche’ l’uomo che ama e’ gia’ sposato. Non e’ vero, scopriremo in seguito, ma lungi dall’essere risolutiva, questa bugia (o meglio, il tentativo di nasconderla) dara’ il via all’intricata matassa di complicazioni a cui accennavamo prima. Eppure ad entrambi basterebbe guardarsi intorno per scoprire che il vero amore e’ in realta’ piu’ vicino di quanto pensino”.

L’amore e’ analizzato nella sua forma piu’ complessa, il triangolo: un uomo ha paura di invecchiare e cerca, in una relazione non impegnativa con una ragazza molto piu’ giovane di lui, l’illusione di una eterna giovinezza; una donna coltiva un amore non corrisposto, accontentandosi della condivisione della quotidianita’ professionale di un uomo che, pur ritenendola indispensabile al suo lavoro, neanche si accorge di lei; una ragazza cerca in un uomo maturo una rassicurante figura paterna che non la inganni, ma per questo lo idealizza e gli rende difficile vivere all’altezza del modello che gli ha imbastito addosso.

L’intervento di altri tre personaggi, un giovane scrittore solitario, un attore pasticcione, e un galante diplomatico, fara’ si’ che il triangolo si sfaldi e che si formino due coppie piu’ solide e meglio assortite. “Dunque, guardiamoci intorno – continua Tronnolone – potremmo scoprire anche noi, come loro, che l’amore e’ piu’ vicino di quanto pensiamo”.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Fiore di cactus, la commedia di Broadway a Roma il 22 maggio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


tre + 7 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.