Di Maio a Salvini: ‘Rimpatri il prima possibile’

Roma, 25 apr. (AdnKronos) – “Non sono il ministro dell’Interno ma gli sto ricordando che bisogna fare i rimpatri perche’ e’ stato promesso e dobbiamo farlo”. Cosi’ il vicepremier e ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio nel corso del suo intervento a Perugia. “Dobbiamo affrontare il tema immigrazione con piu’ attenzione – dice -. In questi giorni stiamo chiedendo all’Europa di rispettare il sistema di redistribuzione dei migranti. E’ bello fare gli europeisti con le frontiere italiane come e’ bello fare i sovranisti con le frontiere italiane”.

L’EUROPA – “In Europa faremo un gruppo parlamentare con senza destra e senza sinistra” dice Di Maio, annunciando che “domenica” andra’ “in Polonia”. Non ha neanche senso, aggiunge, “fare le alleanze come fa la Lega con quei partiti che dicono all’Italia che i migranti se li deve tenere o che deve fare austerity. Noi vogliamo lavorare con delle forze politiche a livello europeo per lavorare per l’Italia”.

PRIMA DELL’ESTATE – “Entro l’estate ci sono due leggi da fare” annuncia Di Maio. “La prima e’ il salario minimo orario e la seconda, prendendo i soldi che avanzeranno dal reddito di cittadinanza, perche’ avanzeranno, faremo un provvedimento per sostenere le famiglie che fanno figli, un sistema simile a quello francese per aiutare le famiglie”.

(Adnkronos)