Prezzo benzina aumenta ancora


Roma, 23 apr. – (AdnKronos) – Ancora un ritocco al rialzo sulla rete carburanti italiana. Con i mercati internazionali fermi per le festivita’, infatti, nel fine settimana Tamoil si e’ mossa nuovamente sul prezzo raccomandato della benzina con una correzione all’insu’ di 1 centesimo, dopo l’intervento su verde e diesel messo a segno giovedi’ scorso.

Sul territorio, intanto, prosegue la tendenza generalizzata al rialzo dei prezzi praticati. In particolare, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di ieri comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalita’ self della benzina e’ pari a 1,617 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,617 a 1,633 euro/litro (no-logo a 1,596). Il prezzo medio praticato del diesel e’ a 1,507 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,509 a 1,517 euro/litro (no-logo a 1,484).

Quanto al servito, per la verde il prezzo medio praticato e’ di 1,748 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,720 a 1,819 euro/litro (no-logo a 1,641), mentre per il diesel la media e’ a 1,640 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,628 e 1,724 euro/litro (no-logo a 1,529). Il Gpl, infine, va da 0,637 a 0,665 euro/litro (no-logo a 0,631).

Da oggi la Staffetta quotidiana pubblica anche i prezzi del Gnl (gas naturale liquefatto). In particolare, per Eni registra un prezzo di 0,979 euro/kg, per IP di 0,956 euro/kg, per Q8 di 0,982 euro/kg, per AF Petroli 0,920 euro/kg, per Ratti 0,924 euro/kg, per San Marco Petroli 0,959 euro/kg.

(Adnkronos)