Fuksas: “Francia puo’ sorprendere, ricostruzione in pochi anni”



Su Notre Dame due ipotesi sul tappeto, spiega l’archistar

Roma, 16 apr. (Adnkronos/Labitalia) (di Fabio Paluccio) – di Fabio Paluccio

“La Francia e’ un Paese in grado di sorprendere, prevedo una ricostruzione della struttura, del nocciolo centrale distrutto dall’incendio in pochi anni, mentre per le finiture, per i dettagli ci vorranno piu’ anni”. Cosi’ l’archistar Massimiliano Fuksas, con Adnkronos/Labitalia, interviene sulla ricostruzione di Notre Damedopo l’incendio di ieri.

Per Fuksas sulle modalita’ di ricostruzione ci sono due ipotesi sul tappeto: “In Francia – spiega – c’e’ una spinta all’innovazione e questo potrebbe portare a una ricostruzione della parte distrutta dall’incendio con un’ipotesi di architettura contemporanea. Ma allo stesso tempo c’e’ anche una visione conservatrice che potrebbe puntare a ricostruire quanto distrutto allo stesso modo di come si presentava dopo la ristrutturazione dell’Ottocento”.

Quel che e’ certo, spiega Fuksas, “e’ che la Francia e’ un Paese dai grandi scatti d’orgoglio, e quindi mi aspetto una ricostruzione in pochi anni. Ad esempio – sottolinea – la costruzione dell’Archivio nazionale di Francia, che abbiamo realizzato per la presidenza della Repubblica e per il Ministero della Cultura, e che si estende per 100mila metri quadrati, ci ha impegnati solo per tre anni”.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Fuksas: “Francia puo’ sorprendere, ricostruzione in pochi anni”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


2 + tredici =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.