Caso Ruby, confermata condanna per Fede e Minetti

La Cassazione dichiara inammissibili i ricorsi dei due imputati. Il giornalista: “Chi puo’ credere che io abbia fatto prostituire delle ragazze”

Roma 11 apr. (Adnkronos) – Confermata la condanna a 4 anni e 7 mesi per Emilio Fede e quella a 2 anni e 10 mesi per Nicole Minetti. La Cassazione ha dichiarato inammissibili i ricorsi dei due imputati al processo Ruby bis. L’accusa e’ di favoreggiamento della prostituzione per le serate nella villa di Silvio Berlusconi ad Arcore.

“Io sono stato condannato perche’ ho indotto sei ragazze alle prostituzione. Perfetto. Punto e basta. Se qualcuno ci crede va bene. Non commento minimamente. Mi viene da ridere. Intanto devo scegliere dove fare gli arresti domiciliari, se a Roma, a Napoli, a Capri o a Milano”. Cosi’ Emilio Fede all’Adnkronos. “Chi puo’ credere che io abbia potuto far prostituire delle ragazze con Berlusconi? Alcune di queste ragazze io non le conoscevo neanche. Le due ragazze di Torino le ho viste una volta nella vita. Mah. Davvero non voglio aggiungere altro”, conclude.

“Ho parlato con Nicole Minetti. Lei, come tutto il collegio di difesa, non si aspettava la conferma della condanna da parte della Cassazione. E adesso faremo domanda per l’affidamento in a prova ai servizi sociali, come consentito dalla legge”, ha detto all’Adnkronos l’avvocato Paolo Righi, legale dell’ex consigliera lombarda.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Caso Ruby, confermata condanna per Fede e Minetti"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


4 × 2 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.