Nicola Sani per Lezioni di Suono con l’OPV diretta da Marco Angius

Lezioni di Suono
in Sala dei Giganti al Liviano di Padova

Quarta edizione, 2019

Nicola Sani per Lezioni di Suono
con l’Orchestra di Padova e del Veneto,
direttore Marco Angius
Mercoledì 10 Aprile alle 17,30

Scarica il comunicato stampa

“Lezioni di suono”, giunte alla loro quarta edizione e trasmesse più volte su Rai5, vedranno come protagonista per il 2019 il compositore in residenza Nicola Sani in Sala dei Giganti al Liviano di Padova, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo

Prosegue il prossimo Mercoledì
10 Aprile alle 17,30
 in Sala dei
Giganti la collaborazione fra l’OPV e Nicola Sani, il suo nuovo compositore in
residence, la seconda Lezione del ciclo  «Lezioni di Suono», formula speciale e
innovativa concepita da Marco Angius e giunta ormai alla quarta edizione.   Sono incontri di approfondimento e confronto
intorno ai temi più pregnanti della creazione musicale del presente: nel corso
di ciascuna lezione il compositore ospite è chiamato ad illustrare le proprie
ricerche più attuali collegandole al presente e alla storia, in dialogo con il
suono vivo dell’orchestra. Nel corso delle Lezioni di quest’anno tre brani di
Sani in prima esecuzione italiana vengono accostati ad altrettanti autori del
passato in un percorso logico-cronologico che parte da Franz Schubert, passa
attraverso Mahler ed arriva a Giacinto Scelsi.

Al centro di questa seconda
lezione-concerto vi sarà il brano di Sani Deux – Le contraire de ˝un˝ per
ensemble (2012), qui proposto in prima esecuzione italiana commissionata
dall’EOC di Lione (Ensemble Orchestral Contemporain) e ha inaugurato nel 2013
la 23° edizione del Festival Présence di Radio France.

Il titolo, proveniente da un libro di Erri De Luca, e
l’articolazione in due movimenti suggeriscono già il principale tema del brano:
il doppio in tutte le sue forme e in tutte le sue possibili relazioni. I due
momenti della composizione, infatti, stanno di volta in volta in un rapporto di
identità o di alterità, di rispecchiamento o di ombra, di corrispondenza
occulta e sedimentale o di tensione prossima ad esplodere. Siamo davanti a
tutta una “esplorazione istintiva dell’infinito fatta di energie indeterminate,
tensioni, contrasti dinamici, ritmici ed espressivi, che attraversano lo spazio
come linee di luce appena liberatesi dall’oscurità”.

Un nuovo esempio dell’abilità di Sani nel trasformare la
materia sonora, nel manipolarla al punto di creare, per mezzo di contrasti dinamici,
ritmici ed espressivi, una vera e propria drammaturgia.

A questo lavoro verranno accostati i Lieder eines fahrenden Gesellen, per i quali all’OPV si unirà la voce raffinata e versatilissima di Alda Caiello, cantante  prediletta da Berio per Folk Songs. Scritti da Gustav Mahler all’età di 24 anni sulla scorta di un amore infelice, da lui orchestrati nel 1896 e poi trascritti da Schönberg per orchestra da camera nel 1919, questi Lieder sono concepiti come un ciclo coerente e, al pari del brano di Sani, traggono la loro linfa da una serie di opposizioni duali. Tali opposizioni prendono corpo prima di tutto nel testo, centrato sulla rottura e la ricomposizione tra il soggetto e la Natura vista ora come inconciliabile con l’interiorità ferita, poi come specchio dell’io (e come nido per gli occhi blu dell’amata), e infine come figura della quiete e dell’accettazione del proprio destino. Un percorso che si ritrova anche nella musica, che alterna brani di carattere contrastante e sperimenta con un gran numero di spunti tematici fra loro opposti: fra le prime avvisaglie della tecnica compositiva mahleriana basata sul «dialogo di frammenti», uno stile in realtà modernissimo che fa di Mahler un anticipatore della scomposizione e ricomposizione novecentesca del linguaggio musicale.

Biglietti
Interi € 10.
Ridotto €8 (riservato ai soci Amici OPV e agli abbonati della Stagione OPV 2018/2019)
Ridotto Under35 €5 (fino ai 35 anni, titolari di Studiare a Padova Card/Studenti, allievi del Conservatorio “Pollini”)

I biglietti sono acquistabili
online sul sito opvorchestra.it (solo biglietti interi), a partire da una
settimana prima di ciascun concerto presso Gabbia (via Dante, 8) o il giorno
del concerto al botteghino della Sala dei Giganti (Piazza Capitaniato) dalle
ore 16.30

Prima del suono
Biglietto unico 3€, acquistabile il giorno stesso dalle ore 10.00 al botteghino della Sala dei Giganti

Info
T 049 656848 · 656626
[email protected]
www.opvorchestra.it

(Studio Pierrepi)