“CO2 sta devastando il pianeta”


Milano, 9 apr. (AdnKronos) – ‘I poveri del pianeta saranno le prime vittime del cambiamento climatico, ma se non si interviene nei prossimi 30 anni i suoi effetti devastanti saranno inarrestabili pure per noi, anche perche’ nel 2050 la popolazione mondiale sara’ passata da da 7,5 a 10 miliardi – .

Cosi’ il ricercatore del Cnr Nicola Armaroli e’ intervenuto a margine della tavola rotonda ‘Sostenere la sostenibilita’. Impegno e condivisione per muoversi verso un futuro migliore – , nella prima giornata di BluE, il format dedicato alla mobilita’ sostenibile di scena nel mezzanino della fermata di Porta Venezia della linea 1 della metropolitana di Milano.

‘Negli ultimi 30 anni l’umanita’ ha fatto grandi progressi nella lotta all’inquinamento, oggi un’auto inquina oltre il 90% in meno — ha proseguito Armaroli — ma non ci siamo accorti che le auto, anche se non solo le auto, emettono CO2, un gas impercettibile, inodore e incolore e che sta alterando il clima del pianeta. Si tratta di un inquinante globale, causa di un problema che sta crescendo e il ostro obiettivo deve essere eliminare la CO2 dall’atmosfera, cosa che non e’ affatto facile – .

(Adnkronos)