Festival Biblico: la 15a edizione dal 2 al 26 maggio 2019

Count down per la 15a edizione del Festival Biblico, che si inaugurerà ufficialmente giovedì 2 maggio, nei suggestivi spazi delle Officine di Manutenzione Ciclica di Ferrovie dello Stato a Vicenza, con l’incontro “Della Polis, dei cittadini” che vedrà una conversazione tra mons. Giancarlo Bregantini, arcivescovo di Campobasso-Boiano e Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio3, e la partecipazione dei cori Coenobium Vocale, diretto da Maria Dal Bianco, e Ensemble La Rose, diretto da Jose Borgo, con le ombre di Anusc Castiglioni.

Sarà il primo assaggio di una kermesse che vedrà poi vie, piazze, teatri, chiese e palazzi di sei diocesi protagonisti di una ricchissima serie di eventi e appuntamenti: Verona e Vittorio Veneto (3-5 maggio), Padova e Verona (10-12 maggio), Rovigo (17-19 maggio), Vicenza (15-26 maggio). Mentre in estate un originale “Fuori Festival” vedrà tre nuove diocesi protagoniste (Treviso, Como e Alba).

Ancora una volta al centro del Festival le Scritture e l’oggi con molteplici approcci e linguaggi per indagare le tre prospettive al centro della riflessione di quest’anno dedicata al tema della polis: biblica e teologica, antropologica e dell’abitare, socio-culturale e politica.

E se a Padova il Festival Biblico si svilupperà dal 10 al 12 maggio, alcuni eventi anteprima apriranno la strada alla riflessione sulla città e sulle relazioni: domenica 5 maggio due appuntamenti sono inseriti nel “pre-festial padovano”, il convegno diocesano delle famiglie Dove abiti? (ore 10.30-12.30) all’Istituto Manfredini di Este con la riflessione della biblista Rosanna Virgili; e in serata (ore 21-22.30) il concerto Suoni per la città in basilica di Sant’Antonio a Padova con l’Orchestra di Fiati della Nova Symphonia Patavina diretta in questa occasione dal maestro Franco Cesarini. Pre-festival è anche l’Aperi-Agorà in programma mercoledì 8 maggio (ore 18.30-20.30) al Centro Universitario di via Zabarella a Padova dedicato in particolare ai giovani, invitati a Sentirsi a casa in Mozambico e tra i migranti a Foggia, grazie ad alcune esperienze “missionarie” del percorso “Viaggiare per condividere” e del campo di lavoro “Io ci sto”.

Nei giorni del Festival (10-12 maggio) saranno invece ben 23 gli appuntamenti che si alterneranno, accanto alla proposta di sei itinerari (di qualche ora o di un’intera giornata, tra case celebri difficilmente aperte al pubblico, visite notturne, percorsi di street art in bici, ecc.) un’esperienza di pellegrinaggio a piedi e due mostre, una frutto di un concorso per le scuole lanciato proprio dal Festival (#Polis – Mai senza l’altro, dal 10 al 20 maggio al Centro culturale San Gaetano a Padova), e l’altra, sempre fotografica, di Gabriele Toso dal titolo Who I am? Polis beyond the city (dall’11 maggio al 2 giugno nella chiesa di San Gaetano a Padova).

Il programma cartaceo è già disponibile al Centro universitario di Padova, mentre tutti gli appuntamenti sono consultabili sul sito ufficiale del Festival Biblico: www.festivalbiblico.it

Alcuni appuntamenti ed eventi del Festival (spettacoli, itinerari, ecc.) necessitano di una prenotazione utilizzando il sito: https://www.eventbrite.it/o/festival-biblico-padova-18878408246

(Diocesi di Padova)