Battisti resta in isolamento

Corte d’Assise d’Appello di Milano: l’istanza del difensore “non puo’ essere accolta”

Milano, 22 mar. (AdnKronos) – La corte d’Assise d’Appello di Milano ha sciolto la riserva sull’isolamento diurno di Cesare Battisti, stabilendo che l’istanza del difensore “non puo’ essere accolta” e che dunque per l’ex terrorista, arrestato in Bolivia, resta la misura dell’isolamento diurno di sei mesi nel carcere di Oristano. L’istanza era stata illustrata dal legale Davide Steccanella nell’udienza di lunedi’ scorso 18 marzo, quando l’avvocato aveva anche ribadito la richiesta di commutare la pena dall’ergastolo a 30 anni di carcere in base all’accordo di estradizione tra Brasile e Italia. Nel provvedimento, il presidente del collegio Giovanna Ichino – lo stesso giudice che, 40 anni fa, fu relatore della prima sentenza sui Pac – sottolinea come “l’imprescrittibilita’ della pena dell’ergastolo non puo’ che riverberarsi anche sulla pena dell’isolamento temporaneo diurno”. Quanto alla richiesta di commutare la pena, i giudici sono in attesa, prima di decidere, che la difesa depositi la traduzione di alcuni atti, tra cui l’accordo di estradizione.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Battisti resta in isolamento"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


1 × cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.