Acqua: al festival della bonifica ‘terrevolute’ tra rischi e opportunita (2)

(AdnKronos) – Prosegue, cosi, dopo il successo della prima edizione – oltre 5.000 visitatori, tour, spettacoli e convegni ‘sold out ‘ – il percorso di avvicinamento alla celebrazione, nel 2022, dei 100 anni dal Primo Congresso Regionale per le Bonifiche Venete che si svolse a San Dona di Piave nel 1922. In quell’occasione venne sviluppata una nuova idea di bonifica, gia maturata da alcuni anni, secondo la quale gli interventi di trasformazione di territori improduttivi e malsani dovevano essere coordinati fra di loro fin dalla prima fase progettuale: una ‘bonifica integrale’ che alle azioni tese al prosciugamento unisse quelle di sanificazione, di irrigazione, di fornitura di acqua potabile, di predisposizione di infrastrutture, di gestione dei bacini montani.

‘Il successo della prima edizione di Terrevolute dimostra quanto sia vivo l’interesse dei cittadini verso il territorio, un interesse che va inquadrato nel contesto generale di attenzione ai mutamenti climatici che vede l’alternarsi di lunghi periodi siccitosi a nubifragi – afferma Giuseppe Romano, presidente di Anbi Veneto -. Da questa riflessione parte la seconda edizione del Festival che ha come focus l’acqua quale fattore di rischio e al contempo opportunita per i territori. I Consorzi di Bonifica del Veneto che gestiscono 26mila km di canali, 400 idrovore, servendo 4,5 milioni di cittadini su una superficie di 1,2 milioni di ettari, sono ben consapevoli che la vera ricchezza per un territorio sono cittadini informati e responsabili e Istituzioni attente ed efficienti. Il festival – continua Romano – nasce proprio con l’obiettivo, condiviso dall’Anbi nazionale, Universita di Padova, organizzazioni agricole, comuni e Regione di mantenere vivo il dibattito sull’importanza di una gestione attenta della risorsa idrica. ‘

‘La tutela del territorio e il suo sviluppo sostenibile sono temi centrali per il nostro Ateneo – afferma il rettore dell’Universita di Padova, Rosario Rizzuto -. Ed e per questo motivo che siamo lieti di portare il nostro contributo a manifestazioni diffuse che puntano a sensibilizzare cittadinanza e studenti su argomenti sempre piu cruciali. Cosi come e essenziale gestire in maniera responsabile e solidale le risorse che il territorio ci mette a disposizione: ed e il messaggio che ci viene ricordato oggi, Giornata mondiale dell’acqua, data non a caso scelta per la presentazione di Terrevolute-Festival della Bonifica’.

‘La Giornata mondiale dell’acqua nasce con l’obiettivo di richiamare l’attenzione pubblica su di una gestione etica e responsabile?della risorsa idrica – spiega la prof.ssa Elisabetta Novello, curatrice del Festival -. Non e un caso, quindi, che proprio in questa giornata si sia scelto di presentare la seconda edizione di ‘TerreEvolute | Festival della Bonifica ‘, contenitore scientifico e culturale che ha come principale obiettivo quello di dare spazio e nuova linfa ai temi della sostenibilita e della tutela del territorio. L’ambiente nel quale siamo ospiti e un patrimonio prezioso che merita di essere conosciuto, valorizzato e partecipato. La salvaguardia di tale ricchezza puo essere garantita solo se tutti, ognuno negli ambiti di propria competenza, si impegnano nella realizzazione di azioni condivise ‘.

(Adnkronos)