Montagnana: convegno sulla Bassa padovana per il rilancio dell’area

Il presidente della Provincia di Padova Fabio Bui ha partecipato al Convegno “Bassa Padovana: un territorio, una sfida” organizzato dalla Regione Veneto e dalla Camera di Commercio di Padova al Castello di San Zeno di Montagnana. Obiettivo, presentare uno studio socio economico per il rilancio dell’area. L’appuntamento è servito a riaprire il dibattito su questa parte della provincia padovana promuovendo la sinergia tra le istituzioni di vari livelli e le principali realtà economiche e produttive.  “Come Provincia – ha detto il presidente Bui – siamo a disposizione della Bassa padovana che per noi è una parte del territorio strategica per le sue tante potenzialità, dal turismo al distretto del mobile e del legno fino al comparti agroalimentare. Innanzitutto la priorità è che venga completato quanto prima il prolungamento della Sr 10 da Carceri al casello autostradale della Valdastico Sud a Borgo Veneto e fino a Montagnana. Il mercato non sta ad aspettare e tengo a ribadire anche in questa sede che o si fanno strade e reti informatiche, o si muore in breve tempo. Voglio ricordare che tutta l’area dell’Estense, del Monselicense e del Montagnanese produce 4.252 milioni di euro di reddito lordo e conta su 42.450 addetti impiegati, al 2017, nelle imprese private della zona. Quindi non c’è più tempo da perdere per favorire l’economia e lo sviluppo della Bassa padovana”. 
Hanno preso parte all’incontro l’assessore allo Sviluppo economico della Regione Veneto Roberto Marcato, il sindaco di Montagnana e consigliere provinciale Loredana Borghesan, il presidente della Camera di Commercio di Padova Antonio Santocono e Renato Mason del Centro Studi Sintesi della Cgia di Mestre.

(Provincia di Padova)