INCONTRI EX PRANDINA

La buona notizia: e’ confermato che non esistono vincoli da parte del demanio nella destinazione d’uso dell’area ex Prandina. L’utilizzo quindi a parcheggio, anche se a tempo determinato, può essere da subito attivato, salvo i minimi interventi indispensabili per metterlo in sicurezza. Lo dichiara Maurizio Francescon Direttore generale di Confesercenti.
Fermo restando quindi che la nostra associazione, riconosce l’importanza del confronto in seno ad Agenda21 , credo che si possa da subito dare una risposta anche ai piccoli imprenditori, ai dipendenti ed ai visitatori della città. Riaprendo il parcheggio alla Prandina  si eviterebbe inquinamento dalle auto che girano a vuoto in cerca di un parcheggio e si ridarebbe vitalità all’area ovest del centro storico che non ha parcheggi a servizio come invece a est (park ex CLEDCA)  e  sud (ex Foro Boario) .
L ‘eventuale apertura del parcheggio Prandina non sarebbe definitiva ma in attesa di una scelta da parte dell Amministrazione Comunale. Nel frattempo permetterebbe ad almeno un migliaio di visitatori di raggiungere il centro senza problemi di parcheggio.

Si continui il confronto

“Bene, continua Francescon, nel frattempo si continui con il confronto in contesto di agenda 21. Non sarà Agenda 21 che deciderà le sorti dell area EX PRANDINA e nessuno potrà nascondersi dietro l’impossibilità di fare sintesi nel lavoro di Agenda 21 per non fare scelte. Il futuro di quest’area inciderà sul futuro di Padova. La decisione finale dovrà tenere conto di come un area di questo tipo sarà fondamentale in qualsiasi progetto di migliore accessibilità alla città.
Siamo tutti convinti che la città del futuro dovrà avere un aria salubre e priva di agenti inquinanti. Ma se vogliamo che la città viva e i tanti interventi di rigenerazione urbana abbiano un futuro, dobbiamo anche convincerci che dobbiamo arrivarci per gradi. Serve un progetto complessivo che preveda lo sviluppo di servizi e trasformi limiti e vincoli all’ingresso in opportunità.
Nel frattempo costruiamo il progetto complessivo, i suoi tempi di realizzazione e diamo possibilità di sostare anche con le auto a ridosso del centro evitando ulteriori forme di inquinamento.

(Confesercenti Veneto Centrale)