‘Pensare a popoli piu’ che ai capitali’, l’appello del Papa

Citta’ del Vaticano, 10 feb. (AdnKronos) – di Enzo Bonaiuto

“Lavorare pensando ai popoli e alle persone piu’ che ai capitali e agli interessi economici”. E’ l’indicazione che Papa Francesco da’ nel videomessaggio inviato ai partecipanti del World Government Summit di Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, che si tiene da oggi a martedi’, dedicato alle sfide della politica, allo sviluppo dell’economia, alla tutela dell’ambiente e all’impiego delle tecnologie.

Per il Pontefice, “la domanda alla base delle riflessioni non sia tanto ‘quali sono le migliori opportunita’ da sfruttare?’ ma ‘quale tipo di mondo vogliamo costruire insieme?’. E’ una domanda che non guarda all’immediato domani, ma all’avvenire, alla responsabilita’ che grava su di noi: trasmettere questo nostro mondo a chi verra’ dopo di noi, preservandolo dal degrado ambientale e prima ancora morale”. In realta’, osserva, “non si puo’ parlare di sviluppo sostenibile senza solidarieta’: il bene, se non e’ comune, non e’ veramente bene. Forse, mai come ora il pensare e l’agire richiedono dialogo vero con l’altro, perche’ senza l’altro non c’e’ futuro per me”.

Il Papa ricorda il suo recente viaggio apostolico negli Emirati Arabi, “Paese moderno che guarda al futuro senza dimenticare le radici e dove si cerca di trasformare in fatti e iniziative concrete le parole tolleranza, fratellanza, rispetto reciproco, liberta’”. E sottolinea: “Tanti deserti nel mondo possono fiorire, come qui nel deserto… ma solo se cresciamo insieme, l’uno a fianco dell’altro, con apertura e rispetto, disponibili a farci carico dei problemi di tutti, che nel villaggio globale sono i problemi di ciascuno”.

(Adnkronos)