Manuel, due giovani confessano “Abbiamo sparato per errore”

Roma

Roma, 6 feb. (AdnKronos) – Si sono presentati in questura a Roma accompagnati dai loro avvocati due ragazzi di 24 e 25 anni di Acilia sotto interrogatorio negli uffici della Squadra Mobile di Roma per il ferimento di Manuel Bortuzzo, il giovane nuotatore raggiunto da un colpo di pistola in piazza Eschilo, all’Axa, la notte tra sabato e domenica scorsi. I due avrebbero detto di “aver sparato per errore”. Lo scooter trovato bruciato oggi a Villaggio San Giorgio apparterrebbe a uno dei due giovani. Nei pressi del pub di piazza Eschilo e’ stata trovata una pistola.

”Gli abbiamo detto che non potra’ piu’ camminare – ha detto Franco Bortuzzo, il padre di Manuel, in un video pubblicato dal ‘Corriere.tv’ -, ma anche che lo porteremo in un centro specializzato che gli dara’ ottime possibilita’ di migliorare la sua vita. E’ forte e quindi ce la fara’ sicuramente”. Manuel, ha aggiunto il papa’ al ‘Corriere.tv’, “mi ha detto: ‘mi sento mancare la parte di sotto’, lui e’ consapevole della sua situazione, non avra’ bisogno di psicologi perche’ e’ una persona forte e penso che trovera’ da solo la forza per superare quanto gli e’ successo. Non ha pianto – ha continuato commosso – io mi aspettavo una reazione diversa quindi vuol dire che sa che ce la faremo”. “Domani scioglieranno la prognosi, in meno di due giorni beve e mangia da solo – ha raccontato ancora il padre di Manuel – Noi non smettiamo mai di sperare e nemmeno lui. La polizia sta facendo il suo lavoro in maniera esemplare, e’ stata ritrovata la pistola, quando stara’ meglio saranno le forze dell’ordine a chiedergli cosa e’ successo, se si ricorda, per ora sono felice che sia vivo”.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Manuel, due giovani confessano “Abbiamo sparato per errore”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


undici − 1 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.