Tav: presidente unioncamere veneto, ‘non possiamo farne a meno’

Venezia, 4 feb. (AdnKronos) – “Che si chiami Alta Velocita o Alta Capacita poco importa. Ma una soluzione la si deve trovare. Un’area del Paese, come quella del Nord, non puo fare a meno di un’infrastruttura come l’Alta Velocita”. Cosi il presidente di Unioncamere del Veneto, Mario Pozza all’Adnkronos rilancia la necessita della Tav e spiega che “la diatriba in corso nel governo sta creando non poche preoccupazioni tra le imprese del Nord”.

“Proprio oggi a Milano firmiamo un protocollo di intesa tra Unioncamere di Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna: una realta imprenditoriale che rappresenta il 48 p.c. del valore aggiunto nazionale, pari a 750 miliardi di euro, e flussi di esportazione pari al 65 p.c. di quello nazionale, e che vale 290 mld di euro – spiega Pozza – dobbiamo dare alle imprese di questo territorio le possibilita di esportare in tempi rapidi. Se non lo facciamo noi, lo faranno i paesi nostri concorrenti”, avverte.

“Se freniamo questa parte del Paese, caleranno decisamente le entrate dello Stato per poter sostenere il reddito di cittadinanza, ‘quota cento’ e tutto cio che lo stato deve garantire ai nostri concittadini”, sottolinea Pozza.

(Adnkronos)