Pil: cottarelli, ‘recessione tecnica non imputabile a governo precedente’ (2)

(AdnKronos) – In un successivo passaggio dell’intervista telefonica Carlo Cottarelli, rispondendo alle domande ha spiegato quello che secondo lui potrebbe essere uno scenario dell’economia in un futuro prossimo venturo.

“Se andassimo in crisi adesso io temo che ci sarebbe una grossa patrimoniale, quella di Amato fu una piccola patrimoniale – ha aggiunto Carlo Cottarelli – quando ci fu la crisi del 2011 Giuliano Amato ha parlato di mettere una patrimoniale grossa; si potrebbe parlare di una patrimoniale del 10% sulla ricchezza, intesa come un 10% su tutto il patrimonio. Questo potrebbe avvenire soltanto in una situazione di profonda crisi. Non siamo in una situazione di crisi al momento, ma se finiamo in una recessione non dello 0,1% come quella di ora, ma in una recessione in cui il Pil cala dell’1 o 2 per cento il rapporto tra debito e Pil aumenta e i mercati perdono la fiducia”.

Sull’aumento dell’Iva che scatterebbe come clausola di salvaguardia al posto della patrimoniale, Cottarelli ha ricordato: “Il Governo ha detto che l’Iva il prossimo anno non aumentera, in questo caso bisogna vedere come si fara a coprire l’effetto pieno per il prossimo anno del reddito di cittadinanza e della quota 100”.

(Adnkronos)

Please follow and like us: