“Gia’ code all’Inps per il reddito”


Roma, 24 gen. (Adnkronos/Labitalia) – “Ieri sono stato a Bari e mi hanno segnalato che negli uffici dell’Inps si cominciano a vedere gia’ code di persone che chiedono informazioni su come accedere al reddito di cittadinanza. E i dipendenti si trovano in difficolta’ perche’ non sara’ l’Inps a occuparsi della presentazione della domanda che da come ha spiegato il vicepremier Di Maio dovra’ essere presentata on line o alle Poste. L’Istituto entrera’ in gioco dopo quando appunto Poste ci girera’ le domande per verificare i dati e incrociarli con quelli di Pra, Agenzia delle Entrate e Anagrafe dei comuni. Questo deve essere chiaro”. Cosi’, in un’intervista ad Adnkronos/Labitalia, il presidente del Civ dell’Inps, Guglielmo Loy.

Secondo Loy, “e’ chiaro che il cittadino che ha bisogno, viste le immagini in tv in cui si dice che e’ tutto pronto, e’ tutto fatto, si catapulta per sapere quando potra’ ricevere il reddito”. “E lo fa presso uffici dell’Inps, mentre, e’ bene ripeterlo, l’Istituto entra in gioco in una fase successiva”, conclude.

(Adnkronos)