Europee, M5S lancia brainstorming

Roma, 8 gen. (AdnKronos) – di Antonio Atte

La fase uno della campagna elettorale europea del Movimento 5 Stelle e’ ufficialmente iniziata. E i vertici grillini, a quanto apprende l’Adnkronos, hanno chiesto ai parlamentari di dar vita a una sorta di ‘brainstorming’ per la stesura del programma che il M5S presentera’ in vista del decisivo voto di maggio. “Cari PortaVoce – si legge in una mail inviata agli eletti e visionata dall’Adnkronos -, ci siamo, e’ finalmente arrivato il momento di affrontare tutti insieme la nuova sfida che ci attende: le elezioni europee. La campagna elettorale per le elezioni del Parlamento europeo e’ ormai entrata nel vivo e abbiamo bisogno del vostro prezioso contributo”.

Saranno le commissioni parlamentari – e’ l’input che arriva dai vertici – il cuore pulsante della campagna per quanto riguarda la definizione dei contenuti, secondo la strategia disegnata da Luigi Di Maio &Co. In modo da coinvolgere tutti gli eletti, soprattutto alla luce delle recenti tensioni che hanno visto una parte del gruppo parlamentare ‘critico’ verso la gestione del dibattito interno su alcuni dossier (decreto sicurezza in primis).

“E’ assolutamente indispensabile – si legge ancora nella missiva – impiegare e mettere a frutto le esperienze, le idee e le competenze di tutti, deputati e senatori. Pertanto vi chiediamo di coordinarvi, nell’ambito delle vostre commissioni di appartenenza, al fine di raccogliere tutti i vostri preziosi suggerimenti. Il programma che verra’ portato avanti durante la campagna non potra’ prescindere dal concreto e sostanziale apporto di ognuno di voi”.

Dopo aver “raccordato ed armonizzato le varie istanze”, la commissione dovra’ inoltrare una mail, “entro e non oltre le ore 20:00 di lunedi’ 14 gennaio, alla casella di posta elettronica del nostro funzionario legislativo del gruppo M5S Camera”, viene sottolineato ancora nella mail inviata agli onorevoli pentastellati.

“Ci rendiamo conto che i tempi sono stretti ma e’ importantissimo agire subito e cercare di valorizzare le proposte di ciascun portavoce”, recita il testo della lettera visionata dall’Adnkronos, che si chiude con una raccomandazione: “Vi chiediamo di fare particolare attenzione rispetto alla scelta dei punti da proporre nel programma: e’ fondamentale rispettare l’attinenza a macrotemi che rientrino nelle competenze specifiche dell’Unione Europea definite nei Trattati”.

(Adnkronos)