‘Espulsione incostituzionale’, la replica di De Falco

M5S

Roma, 31 dic. (AdnKronos) – “Non me l’aspettavo, si tratta di un provvedimento abnorme e incostituzionale”. Lo dice all’AdnKronos il senatore dei Cinque Stelle Gregorio De Falco, commentando la sua espulsione decisa dai probiviri del partito. “Speravo – spiega – che restasse vivo uno spazio democratico nel Movimento, che per suo statuto deve essere ispirato al metodo democratico”.

“Si tratta di un provvedimento abnorme e incostituzionale – argomenta l’ufficiale della capitaneria di porto – perche’ incide sulla liberta’ di opinione e voto del parlamentare, tutelata da quella Costituzione che proprio il M5S ha difeso nel 2016 dal tentativo di manomissione del Pd di Renzi”.

“Con questa decisione – conclude – si dimostra che nel M5S mentre si discute di saltare la regola del doppio mandato dall’altra parte ci si irrigidisce pensando che un parlamentare debba votare a favore della manovra senza nemmeno leggerla”.

(Adnkronos)