Scuola: donazzan, in veneto oltre 50% studenti in alternanza migliora profitto (2)

(AdnKronos) – ‘ ‘Sull’alternanza scuola-lavoro – ha ribadito l’assessore – chiediamo che non si torni indietro. Fara avere questo video anche ai deputati e ai senatori delle Commissioni parlamentari istruzione e lavoro, per dare evidenza pubblica ad una esperienza che funziona e che merita di essere potenziata, e non sminuita ‘.

‘Anche gli imprenditori guardano con preoccupazione alle nuove intenzioni del governo di ridurre l’alternanza scuola-lavoro a mera ‘alternanza’, riducendo tempi e orari, decurtando di 50 milioni le risorse finanziarie per promuoverla, sottraendole crediti scolastici e cancellando la partecipazione degli imprenditori alle commissioni esaminatrici. Cosi si finisce per togliere valore all’impresa come ‘stazione educante’ e al lavoro come dimensione educativa ‘, ha spiegato.

Veneto apripista – Il Veneto e stata la prima regione in Italia a sperimentare l’alternanza scuola lavoro. Era il 2003 e ancora non si trattava di un obbligo previsto per legge ma di un’opportunita per co-progettare con il mondo scolastico percorsi formativi coerenti con i fabbisogni del sistema delle imprese. Nel 2016, dopo l’approvazione della Legge su La Buona Scuola, e stato di nuovo il Veneto ad impegnarsi per primo in un Protocollo d’intesa con le parti sociali regionali, Unioncamere e l’Ufficio scolastico regionale, articolazione territoriale del MIUR. Un nuovo Protocollo e stato sottoscritto lo scorso 11 ottobre con le stesse parti. Anche in questa occasione e stata ribadita l’importanza dell’alternanza scuola lavoro quale straordinaria opportunita per mettere in relazione scuola e mondo del lavoro anche al fine di correlare l’offerta formativa allo sviluppo, culturale, sociale ed economico del territorio.

(Adnkronos)

Please follow and like us: