MANOLO CON “ERAVAMO IMMORTALI” (FABBRI) VINCE LA QUINTA EDIZIONE DEL PREMIO LETTERARIO SPORTIVO “MEMO GEREMIA”


GIOVEDI’ 15 NOVEMBRE, ALLE 20.45, NELL’AULA MAGNA DELL’UNIVERSITA’ DI PADOVA, LA SERATA DI PREMIAZIONE.

GLI ALTRI PREMI A FRANCESCO TRENTO E VOLFANGO DE BIASI CON “CRAZY FOR FOOTBALL” (LONGANESI); A ILARIA LECCARDI CON “IGOR CASSINA. IL GINNASTA VENUTO DALLO SPAZIO” (BRADIPOLIBRI) E A CLAUDIO PALLOTTINI CON “FAIR PLAY” (MARSILIO) 
Manolo, alias Maurizio Zanolla, con “Eravamo immortali” (Fabbri) è il vincitore della 5^ edizione del Premio Letterario Sportivo “Memo Geremia”, premio ideato da Confcommercio Ascom Padova con la collaborazione di ALI Librai Nazionale e che quest’anno gode anche del patrocinio gratuito del Senato della Repubblica, del Consiglio Regionale del Veneto e della Provincia di Padova, dell’Università, di Unioncamere nazionale e della Camera di Commercio di Padova, del patrocinio e contributo del Comune di Padova e della collaborazione di Padova Promex, oltre che del Coni Regionale assieme alla società sportiva Petrarca Rugby, con la Banca Patavina di Sant’Elena e Piove di Sacco come main sponsor.
Il premio verrà assegnato giovedì 15 novembre, nel corso della serata di gala condotta dal giornalista Luca Ginetto (inizio ore 20.45, ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti) organizzata come di consueto nell’Aula Magna dell’Università di Padova.
Con Manolo, che ha superato tutti gli step di giudizio di una giuria che ha vagliato qualcosa come una sessantina di libri, verranno premiati anche Francesco Trento e Volfango De Biasi che con “Crazy for football” (Longanesi) si aggiudicano il Premio Speciale ALI Librai mentre Ilaria Leccardi con “Igor Cassina.
Il ginnasta venuto dallo spazio” (Bradipolibri) conquista il Premio Speciale Coni.
Il Premio per la Letteratura per Ragazzi è invece appannaggio di Claudio Pallottini che vince con “Fair Play” (Marsilio).
“Il premio – sottolinea il presidente dell’Ascom Confcommercio di Padova, Patrizio Bertin – è nato con lo scopo di diffondere i valori ideali e culturali legati allo sport, promuovere la lettura ed i principi di passione e sportività da sempre richiamati dalla figura di Memo Geremia, indimenticato esponente del mondo dello sport padovano”.
E che il premio valichi l’ambito squisitamente letterario per abbracciare quello più ampio della pratica e della diffusione dell’ideale decoubertiano, lo dimostrano anche i premi a latere che quest’anno vedranno l’olimpionico Rossano Galtarossa ricevere il “Premio alla Carriera Sportiva” ed i telecronisti Stefano Bizzotto, Federico Fusetti e Vittorio Munari il “Premio Speciale del Presidente”. 
Il premio “Memo Geremia” vanta una giuria presieduta da Dino Ponchio e composta da operatori del settore, istituzioni, giornalisti e olimpionici padovani e ha avuto come vincitori, nelle quattro precedenti edizioni, Lisi Bovolenta, Bebe Vio, Marco Tardelli e Alex Zanardi.

Padova 15 novembre 2018

(Ascom Padova)