Lavoro: donazzan, in veneto centri per impiego pronti dopo riforma avviata da regione (3)

(AdnKronos) – La nuova legge regionale conferma la funzione programmatoria della Regione, titolare delle funzioni di indirizzo, programmazione, controllo e valutazione delle politiche del lavoro, chiarendo quali attivita competano alla rete dei servizi per il lavoro e quali siano di pertinenza esclusiva del servizio pubblico.

La legge ridefinisce, inoltre, le funzioni attribuite a Veneto Lavoro, cui spetta la direzione e il coordinamento operativo della rete dei servizi pubblici, la gestione del personale dei 39 Centri per l’Impiego della Regione, che contano ad oggi 385 dipendenti, e la funzione di acquisizione dei beni e dei servizi necessari alle attivita.

I servizi offerti dai Centri per l’impiego ai cittadini riguardano i primi interventi di accoglienza e orientamento, la pubblicazione del curriculum vitae, la proposta di interventi di politica attiva quali Garanzia Giovani Veneto e l’Assegno per il lavoro, la sottoscrizione del patto di servizio personalizzato, fino ad azioni di supporto all’inserimento lavorativo. Alle aziende, invece, i CPI garantiscono assistenza nelle attivita di incontro domanda e offerta di lavoro, attivazioni dei tirocini e collocamento mirato.

(Adnkronos)