Fisco: confapi padova, in italia un quarto evasione iva europea (2)

(AdnKronos) – ? tuttavia significativo notare come l’incidenza dell’evasione in Veneto su quella italiana rispecchi il rapporto che esiste tra il Pil regionale e quello nazionale: il Veneto produce infatti il 9,21% del prodotto interno lordo del Paese. A partire da questa constatazione Fabbrica Padova ha elaborato un indice che tiene conto di questi due fattori, prendendo in esame i dati di alcune regioni italiane per quanto riguarda il contributo alla ricchezza nazionale e l’evasione dell’Iva.

L’indice assegna il valore 1 a un livello di evasione ‘proporzionato ‘ alla produttivita, valori superiori all’1 se l’evasione e piu alta e inferiori se e piu bassa. Si nota come i 5 miliardi e 251 milioni di evasione Iva stimati per la Lombardia (14,59% dell’evasione Iva italiana), siano ad esempio inferiori al 21,71% del suo apporto al Pil (indice 0.67). In Campania (evasione Iva pari al 10,62%, produttivita al 6,11%, indice di 1,74) la situazione e opposta, per non parlare della Calabria (indice 1,90).

“Premessa: quelle relative all’evasione dell’Iva sono cifre mostruose, che da sole danno l’idea di quanto qualsiasi misura in grado di combattere il fenomeno vada favorita. Non e una giustificazione, ma se in Italia si evade cosi tanto e anche per via della troppa burocrazia che agevola coloro che non vogliono pagare le tasse, dell’eccessiva propensione all’uso del contante in confronto alle altre nazioni e del continuo ricorso da parte dei Governi che si sono succeduti negli anni di misure inquadrabili come condoni che sono, in un certo senso, una sorta di incentivo all’evasione”, ricorda Carlo Valerio, presidente di Confapi Padova, commentando lo studio.

(Adnkronos)