Riparte il percorso della Scuola di formazione all’impegno sociale e politico della Diocesi di Padova

Due anni fa “Abitare la casa comune”, l’anno scorso “Costruire la casa comune”, quest’anno “Governare la casa comune” e “Gestire la casa comune” sono i titoli inanellati nel filo rosso che lega la proposta formativa della FISP, Scuola di Formazione all’impegno sociale e politico della Diocesi di Padova in questi ultimi anni, sospinti dall’esortazione apostolica di Papa Francesco Evangelii Gaudium e dall’enciclica Laudato Sii.

«Un cammino – commenta il direttore della Scuola, Luigi Guiche la scuola di Formazione all’Impegno Sociale e Politico della Diocesi di Padova ha punteggiato di anno in anno con tre sottotitoli: di generazione in generazione, per imparare a comprendere passato e presente e proiettarci al futuro; il valore del lavoro, da riscoprire come uno dei fondamenti della costruzione della vita sociale e politica, e ora, per il 2018-2019; il valore della democrazia, come bene prezioso da alimentare con convinzione e chiarezza».

Il nuovo anno formativo partirà sabato 6 ottobre 2018 (ore 15.30-18) con il percorso base – PERCORSO FISP – dedicato a quanti desiderano acquisire competenze qualificate nella società attraverso l’impegno nella comunità cristiana, negli ambiti professionali, nella società civile, nelle amministrazioni pubbliche e nella politica.

In tutto 12 incontri, suddivisi in tre moduli (Parola di Dio e Dottrina sociale della Chiesa; Le fondamenta del nostro vivere sociale; Strumenti di lettura della realtà politica), con cadenza quindicinale da ottobre 2018 ad aprile 2019, il sabato pomeriggio dalle 15.30 alle 18 nella sede della Facoltà teologica del Triveneto, in via Del Seminario 7 a Padova.

Don Giampaolo Dianin, don Giorgio Bozza, don Marco Cagol daranno il là al percorso formativo con l’approfondimento sulla Dottrina sociale della Chiesa nei primi tre incontro (6 e 20 ottobre, 10 novembre). A seguire si alterneranno esperti e professionisti per affrontare temi che spaziano dai processi di aggregazione e di rappresentanza del consenso al rapporto tra comunicazione e politica; dalle forme di amministrazione e di governo della cosa pubblica al coordinamento tra poteri territoriali nell’Ue; dalle scelte per amministrare ai piani esecutivi di gestione, agli strumenti per leggere il territorio; dagli strumenti di governo nella politica locale a casi specifici.

Per chi, invece, ha già esperienza di impegno pubblico, civile o sociale oppure ha frequentato precedentemente i percorsi basi, c’è il PERCORSO FISP PLUS, novità di quest’anno nella versione pomeridiana: cinque sabato pomeriggio, sempre dalle 15.30 alle 18, dal 9 febbraio con cadenza quindicinale, fino al 6 aprile. Filo conduttore sarà “Gestire la casa comune” e si parlerà di Quantitative Easing e politiche monetarie; Hybrid Organization; economia sostenibile; infiltrazione dell’illegalità nell’imprenditoria veneta; Europa 2030.

«Se la cultura politica d’oggi pare caratterizzata dal prevalere di comunicazioni ad effetto per catturare il consenso immediato senza grande lungimiranza, la scuola di FISP si sforza invece di consolidare le fondamenta del vivere sociale per sfidare il futuro senza esserne spiazzati. La Scuola – riprende il direttore Luigi Guinon è un corso di abilitazione né di addestramento tecnico per la politica, ma un’opportunità di crescita condivisa per potersi impegnare con qualche strumento critico in più e buone mappe per camminare, con l’aiuto di docenti, esperti, testimoni».

Le iscrizioni si possono effettuare attraverso il form sul sito www.fispadova.it oppure in segreteria della scuola (presso l’Ufficio di Pastorale sociale e del lavoro, Casa Pio X, via Vescovado 29 a Padova), il martedì dalle 15 alle 18.

Info: [email protected], www.fispadova.it, 049 8717705

In allegato il programma completo.

fonte: ufficio stampa della diocesi di Padova

(Diocesi di Padova)

Please follow and like us: