Al via i lavori per il Nuovo Impianto Natatorio di Selvazzano Dentro

Partono i lavori per la realizzazione del Nuovo Impianto di Piscine Comunali in Viale della Repubblica a Tencarola di Selvazzano Dentro. Il valore complessivo dell’opera di Selvazzano Dentro è di circa € 10 milioni.

“Un’impresa straordinaria che certamente rappresenta un punto di svolta nella Città che ho il piacere di amministrare – afferma il Presidente della Provincia di Padova e Sindaco della Città di Selvazzano Dentro Enoch Soranzo – l’Impianto Natatorio,  con la sua superficie di 16.765 mq, è senza dubbio l’opera più importante nella storia della Città di Selvazzano Dentro, un’opera che ha visto tutto il comparto tecnico impegnato per molti mesi per redigere il progetto. Sarà un impianto sportivo omologato CONI, un’eccellenza nel Veneto e nell’intero territorio nazionale vista  la sua funzionalità e le diversificate destinazioni con quattro vasche interne e sei funzioni ed altre quattro esterne con quattro funzioni”.

Ma parlare solo di  “piscine comunali” è davvero riduttivo: se al piano terra ci sono le varie vasche, i servizi annessi, l’area la reception, il bar, lo shop, la sala riunioni, al primo piano sono previste l’area wellness (area relax, solarium, idromassaggio, sale per massaggi, saune e bagno turco, docce emozionali), l’area fitness e palestre, il centro per la fisioterapia e riabilitazione.

“L’Impianto Natatorio darà risposta a tanti bisogni della Comunità – aggiunge Soranzo – diventando un luogo di incontro, di pratiche sportive ma anche di salute e benessere. Un bene prezioso e tanto desiderato dalla Cittadinanza di oggi ma che sarà un patrimonio fondamentale per le generazioni che verranno. I nostri ragazzi potranno fare educazione motoria in acqua, gli adulti ed i nonni avranno qui la possibilità di praticare acquagym e quant’altro si possa organizzare nei vari spazi polifunzionali, compresa la riabilitazione e la fisioterapia. Le famiglie in estate godranno di tutta la parte esterna attrezzata per le giornate di relax in alternativa al mare ed alla montagna. Senza contare le numerose attività agonistiche che il complesso potrà ospitare sia come partecipanti che come spettatori. Direi che davvero ce ne è per tutti i gusti”.

Per entrare nello specifico il progetto prevede di realizzare:

PIANO TERRA  aree interne:

– Hall di ingresso

– Reception

– Lobby

– Bar

– Shop

– Ludoteca

– Sala riunioni

– Locali spogliatoi atleti con servizi docce, depositi scarpe ed armadietti in modo differenziato per adulti e bambini

– Locali spogliatoi per istruttori/giudici con annessi servizi e docce

– Una vasca principale al coperto di dimensione m 25x 16,5 profondità 1,8 m, ad 8 corsie di larghezza 2, con annesse tribune per il pubblico per una capienza di 350 spettatori, dove si possono svolgere le attività sportive agonistiche (nuoto agonistico a livello nazionale per gare in vasca corta, pallanuoto fino alla categoria C maschile e A2 femminile e nuoto sincronizzato).

– Una seconda vasca al coperto con la funzione di ospitare l’attività per il wellness (relax e idromassaggio) di dimensione m 9,2 x 7,8 e profondità variabile da 0,7 m a 1,2 m, oltre a poter essere utilizzata per la riabilitazione medica e fisioterapia.

– Una terza vasca al coperto polifunzionale di dimensione m 18 x 9,2 e profondità variabile fino a 1,25 m  dedicata a tutte le età e a tutte le attività in acqua.

– Non ultima una vasca per le immersioni subacquee al passo con le nuove tecniche ed esigenze di dimensione m 5,5 x 8,1 e profondità massima di 6 m.

– Tribune per il pubblico

– Infermeria

– Centrale Termica e sala macchine

Aree esterne:

– Due vasche per le attività ludico ricreative, una da 570 mq di profondità variabile fino a 1,3 m, una da 100 mq di profondità 0,5 m per i bambini e

– Altre due vasche  da 18 mq di profondità 1 m per l’attività di idromassaggio

– Solarium estivo con area attrezzata con ombrelloni, lettini e giochi per i bambini.

– Servizi e locale bar

PRIMO PIANO

– Area Wellness ( area relax, solarium, idromassaggio, docce emozionali, sale per massaggi, saune e bagno turco)

– Area fitness e Palestre

– Segreteria, archivio, Lobby

– Spogliatoi per utenti e personale con servizi e docce

– Ripostigli e locali di servizio

– Centro per la fisioterapia e la riabilitazione (la vasca per la riabilitazione è al Piano Terra con speciale rampa per la discesa delle carrozzine in modo che malati o persone con abilità diverse possano entrare in acqua direttamente senza ausili per il sollevamento)

All’Impianto Natatorio, con i suoi parcheggi già realizzati per bici, moto, auto e autobus,  si arriverà da Viale della Repubblica, Via dei Giochi Olimpici e dalla viabilità a nord; saranno garantiti percorsi ciclopedonali e nuove strade anche a persone con ridotte capacità motorie e/o sensoriali.

In sede di aggiudicazione dei lavori, la Città di Selvazzano Dentro ha acquisito delle ulteriori migliorie al progetto dell’opera così riassunte:

MIGLIORIE (varianti architettoniche)

1 – miglioramento del clima acustico degli ambienti dedicati all’attività sportiva quali la zona vasche V1, V2, V3, V4 e la palestra al piano primo, in modo da ottimizzare il tempo di riverbero in condizioni ambiente non occupato, e renderlo inferiore a 1,5 secondi;

2 – realizzazione dei parapetti interni con lastre di vetro stratificato, in sostituzione di quelli previsti in carpenteria metallica;

3 – realizzazione finitura pavimenti in gres con elementi di maggior pregio e qualità architettonica;

4 – realizzazione di sistema controsoffitto a telo teso e retroilluminato con tecnologia Led, zona vasche V2 e V3;

5 – realizzazione di parete vetrata del locale palestra al piano primo in affaccio sulla zona vasche;

6 – modifiche migliorative ai prospetti Est ed Ovest, con inserimento di ampie pareti vetrate;

7 – applicazione di pellicole antisolari lungo l’ampia facciata vetrata Sud, che guarda l’area solarium esterno;

8 – allestimento delle partizioni dei locali WC e spogliatoi con pareti modulari in pannelli HPL;

MIGLIORIE (varianti impiantistiche)

1 – realizzazione impianto di illuminazione ordinaria interna afferente la zona vasca principale V1, in modo che risulti un livello di illuminamento medio Em sul piano vasca superiore a 600 lux con grado di uniformità U = 0,8;

2 – realizzazione ed installazione sistema sicurezza anti-annegamento a videocamere, a servizio della vasca principale V1 interna, e vasca V5 esterna;

3 – installazione di n.2 gruppo di continuità UPS, uno a servizio degli uffici direzione piscina, uno a servizio degli uffici direzione area wellness;

4 – installazione dispositivi per controllo accessi (tornelli/girelli con consolle);

5 – realizzazione impianto di irrigazione a servizio del parco esterno (mq 5.670).

(Provincia di Padova)