Roma-Chievo finisce in parita’

Calcio

Roma, 16 set. – (AdnKronos) – La Roma si fa rimontare due gol dal Chievo e rimanda ancora l’appuntamento con la prima vittoria casalinga in questa serie A. La sfida dell’Olimpico finisce 2-2: i gol di El Shaarawy e Cristante illudono i giallorossi nel primo tempo, ma nella ripresa Birsa e Stepinski mettono a nudo i limiti della squadra di Di Francesco. E poteva finire anche peggio per i giallorossi, vista la super parata di Olsen in pieno recupero sul tiro da potenziali tre punti di Giaccherini. Intanto, il Chievo toglie cosi’ un altro punto al -3 che gli e’ stato inflitto dalla giustizia sportiva portandosi a -1. La Roma sale a quota 5 ma esce dal campo tra i fischi del pubblico: non le migliori premesse per l’esordio in Champions a Madrid. Nella prima mezz’ora la squadra di Di Francesco gioca in modo impeccabile e mette in discesa il match con due gol. I giallorossi dominano soprattutto in avvio e dopo 10 minuti sbloccano il risultato: Florenzi va al cross da destra, sul secondo palo irrompe El Shaarawy che da due passi infila con il sinistro Sorrentino. Il raddoppio alla mezz’ora e’ il frutto di un’azione corale della squadra di Di Francesco: Under trova Dzeko al centro dell’area, il bosniaco difende il pallone e serve un assist perfetto per Cristante che firma il 2-0 con il destro. Sul 2-0 la Roma si rilassa e il Chievo prova ad approfittarne al 41′, ma sul cross di Barba dalla sinistra Stepinski manda alto di testa anticipando anche il compagno di squadra Rigoni alle sue spalle. I giallorossi chiudono davanti il primo tempo, con El Shaarawy che sfiora la doppietta con un colpo di testa deviato in corner da Sorrentino. Il portiere nega il gol anche a Pellegrini in avvio di ripresa, poi al 52′ Birsa riaccende le speranze del Chievo con uno splendido sinistro all’incrocio dei pali che vale il 2-1. La Roma vede ancora una volta complicarsi una partita che sembrava chiusa, Di Francesco manda in campo forze fresche con il cambio Under-Kluivert ma all’83’ per i suoi e’ tutto da rifare. Gli ospiti trovano il pareggio con la rete di Stepinski dopo una respinta corta di Olsen su un ‘tentativo’ di autogol di Kolarov, costretto a rischiare per anticipare Giaccherini. Il finale e’ un assedio della Roma, ma le ultime speranze dei giallorossi si spengono al 90′ sul colpo di testa di Dzeko di poco alto e in pieno recupero il Chievo sfiora addirittura il colpaccio con un tiro a giro di Giaccherini indirizzato all’incrocio. Olsen vola a deviare il pallone e con l’aiuto della traversa salva i suoi da guai ancora peggiori, ma non dai fischi sonori dell’Olimpico.

Prima dell’inizio della partita l’Olimpico ha reso omaggio a Maria Sensi. I tifosi giallorossi hanno accompagnato con un caloroso applauso il minuto di silenzio in onore della moglie del presidente giallorosso, Franco, morta domenica all’eta’ di 75 anni. Sul suo posto in tribuna una corona di fiori. Tra i piu’ commossi il tecnico della Roma, Eusebio Di Francesco.

(Adnkronos)