Open Fiber, a Casalecchio di Reno al via lavori di posa ultraveloce


Roma, 14 set. (AdnKronos) – La banda ultra larga sta arrivando nel comune di Casalecchio di Reno grazie all’accordo con Open Fiber, che realizzera’ una nuova infrastruttura in fibra ottica ultraveloce assicurando a tutti i cittadini una connessione rapida e a prova di futuro. I primi cantieri saranno inaugurati nei prossimi giorni e interesseranno per prime le vie Ponchielli, Vivaldi, Bonani, Mascagni, Leoncavallo e Donizetti.

Open Fiber e il Comune di Casalecchio di Reno hanno siglato lo scorso maggio una convenzione per portare una nuova rete in modalita’ Ftth (Fiber To The Home) direttamente nelle case e negli uffici della citta’: il piano prevede un investimento diretto della societa’ guidata da Elisabetta Ripa di 4 milioni di euro per raggiungere 12mila unita’ immobiliari, e saranno stesi complessivamente circa 7mila chilometri di fibra ottica.

La rete di Open Fiber consentira’ ai cittadini e alle imprese del territorio di navigare via internet ad una velocita’ di connessione fino a 1 Gigabit al secondo, garantendo cosi’ il massimo delle performance. I lavori proseguiranno per 18 mesi circa.

“Cablare il nostro territorio con fibra ottica a banda ultra larga – sottolinea l’assessore all’Urbanistica Nicola Bersanetti – ha tantissime declinazioni: per un cittadino significa avere l’opportunita’ di un servizio internet ad altissima velocita’ presso la propria abitazione mentre per un’azienda, a maggior ragione se legata alle produzioni digitali o al mondo dell’informatica, di essere piu’ performante e competitiva. Una citta’ cablata con questa tecnologia e’ quindi una citta’ anche piu’ attraente sotto il profilo degli investimenti per l’insediamento di nuove aziende”.

Su un piano prettamente pubblico, aggiunge Bersanetti, “la posa di questa nuova infrastruttura consentira’ al Comune di implementare i propri servizi verso i cittadini: infatti, a spese dell’operatore privato, potremo fornire la banda ultra larga anche a circa 50 punti pubblici tra edifici, impianti sportivi, scuole e videosorveglianza. Tengo a ringraziare tutti gli assessorati che hanno contribuito per la loro parte al progetto e alla chiusura della convenzione, in particolar modo il mio collega di giunta, Massimo Masetti, Assessore all’Information Technology”.

La convenzione siglata con il Comune di Casalecchio di Reno stabilisce le modalita’ di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013.

“Siamo molto soddisfatti di portare la nostra banda ultra larga anche qui a Casalecchio di Reno – spiega il City Manager Open Fiber dell’Hinterland di Bologna, Cesare Aldrovandi – confermiamo cosi’ il nostro impegno per il cablaggio in FTTH non solo di Bologna, ma anche dei piu’ importanti centri dell’hinterland. Minimizzeremo i disagi per i cittadini utilizzando infrastrutture e cavidotti sotterranei gia’ esistenti, e a questo proposito ringrazio l’Amministrazione comunale per aver compreso il valore del progetto. Ci auguriamo di instaurare un rapporto di proficua collaborazione anche con gli amministratori di condominio, affinche’ il piano non subisca rallentamenti”.

Per il cablaggio di 4 comuni dell’area metropolitana di Bologna, oltre a Casalecchio di Reno, i lavori sono partiti anche a San Lazzaro di Savena, Castenaso e Castel Maggiore, Open Fiber sta investendo come operatore privato piu’ di 12 milioni di euro, e raggiungera’ 35mila unita’ immobiliari attraverso circa 20mila chilometri di fibra ottica.

Open Fiber e’ un operatore wholesale only: non vende servizi in fibra ottica direttamente al cliente finale, ma e’ attivo esclusivamente nel mercato all’ingrosso, offrendo l’accesso a tutti gli operatori di mercato interessati. L’azienda punta a garantire la copertura delle maggiori citta’ italiane con l’obiettivo di realizzare una rete quanto piu’ pervasiva ed efficiente possibile, che favorisca il recupero di competitivita’ del ‘sistema Paese – e, in particolare, l’evoluzione verso ‘Industria 4.0 – . Grazie alla fibra ottica Open Fiber case, condomini, scuole, uffici, aziende e strutture della Pubblica Amministrazione velocizzeranno il processo di digitalizzazione, semplificando e migliorando le relazioni fra cittadini e P.A. e aumentando la produttivita’ e la competitivita’ delle imprese.

(Adnkronos)