fermato uno sfratto a Padova, dichiarazione dell’assessora Marta Nalin

giovedi 13, in mattinata, e’ stato rinviato lo sfratto di una coppia anziana di cittadini padovani.

“Assieme al Sunia abbiamo fermato lo sfratto – spiega l’assessora al Sociale Marta Nalin – Una coppia anziana di cittadini padovani, per motivi familiari, si e’ ritrovata nell’impossibilita’ di pagare il canone d’affitto di un alloggio di proprieta’ di Ater. Hanno cosi’ accumulato negli anni un debito che ha determinato l’avvio della procedura di sfratto. Resisi conto che il debito avrebbe comportato la perdita della casa hanno ricominciato a pagare arrivando a saldare quasi l’intera morosita’” .

“Perche’ lo sfratto e’ un atto violento per chi lo esegue e per chi lo subisce e perche’ le conseguenze sociali di uno sfratto ricadono sui comuni – continua l’assessora Nalin – comuni devono poter avere voce in capitolo, soprattutto se si tratta di alloggi pubblici. La nostra amministrazione sta dimostrando di saper dialogare e costruire relazioni proficue con le altre istituzioni di questa citta’. Ci auguriamo che anche con Ater si possa lavorare in uno spirito di collaborazione per garantire il pieno rispetto dei diritti sociali dei nostri cittadini e delle nostre cittadine e per non aggravare la situazione di emergenza abitativa presente sul nostro territorio” .
(Tratto da: http://www.padovanet.it)

(Leggi tutta la notizia sul portale http://www.padovanet.it – rete civica del Comune di Padova)
http://www.padovanet.it/notizia/20180914/comunicato-stampa-fermato-uno-sfratto-padova-dichiarazione-dellassessora-marta