“Tecnologia puo’ aiutare moltissimo semplificazione Pa”


Cernobbio, 7 set. Sfruttare le nuove tecnologie come volano per la crescita e la competitivita’ del Paese, compresa la pubblica amministrazione. E’ la ricetta per la competitivita’ di Enrico Cereda, amministratore delegato di Ibm Italia, che ha preso parte alla prima giornata di lavori del Forum Ambrosetti, a Cernobbio. Tra i temi positivi che questo Governo sta mettendo al centro, secondo Cereda, c’e’ “la semplificazione della pa, dei rapporti tra la pa e le imprese, tra la pa e i cittadini. Ecco, la tecnologia – dice – qui puo’ dare un fortissimo aiuto al processo di semplificazione della pa. In particolare, attraverso le tecnologie del cloud, dell’Internet of things, le tecnologie dell’Ai e, da ultimo, la blockchain. Pensiamo a cosa puo’ fare nel turismo, nel food e nell’agricoltura”.

C’e’, pero’ un problema: “Servono competenze, formazione, una nuova classe dirigente e nuove professionalita’ che oggi mancano”, afferma ancora. Per quanto riguarda gli aspetti prioritari dell’agenda politica del Paese, l’attenzione deve essere rivolta ai temi europei e al fisco. “Bisogna – spiega Cereda – giocare un ruolo importante, primario, all’interno della comunita’ europea. E la tassazione fiscale deve essere univoca all’interno della comunita’ europea, cosa che adesso non e’, con benefici solo per alcuni paesi”.

(Adnkronos)

Please follow and like us: