Stato d’emergenza a Tripoli

Tripoli, 2 set. (AdnKronos/Dpa) – Stato di emergenza a Tripoli per gli scontri che si stanno verificando attorno alla capitale. Lo ha proclamato il Consiglio presidenziale libico. Alla base della decisione dell”organismo guidato da Fayez al Sarraj la volonta’ di proteggere la popolazione, gli impianti, le istituzioni, mentre media locali riportano l”avanzata a sud della settima brigata. Sulla strada dell”aeroporto vi sarebbero forti scontri.

Gli scontri in corso tra le milizie rivali avrebbero provocato nell’ultima settimana almeno 39 morti e decine di feriti. Questa la motivazione ufficiale dello stato di emergenza: “A causa del pericolo della situazione attuale e nell’interesse pubblico, il Consiglio presidenziale dichiara lo stato di emergenza nella capitale Tripoli e nei suoi sobborghi, per proteggere i civili, i possedimenti pubblici e privati ​​e le istituzioni vitali”. Il Consiglio ha chiesto la fine dei combattimenti e il rispetto del cessate il fuoco raggiunto in coordinamento con la missione delle Nazioni Unite in Libia.

Gli scontri sono scoppiati lunedi’ tra milizie rivali nel sud di Tripoli. La Libia e’ attualmente divisa tra due governi rivali: uno a Tripoli e l’altro nella citta’ orientale di Tobruk. Le milizie continuano a lottare per il controllo delle aree vitali del Paese mentre il gruppo estremista dello Stato islamico mette in scena attacchi frequenti. Il Paese nordafricano e’ precipitato nel caos da quando Muammar Gheddafi e’ stato rovesciato e ucciso in una rivolta del 2011 che si e’ trasformata in un conflitto armato.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Stato d’emergenza a Tripoli"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


uno × 4 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.