I Notturni d’Arte svelano la Padova Urbs picta candidata Unesco

Sono nel segno di Padova Urbs picta i Notturni d’Arte 2018 prodotti dall’Assessorato alla cultura del Comune di Padova e realizzati con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo e della Cassa di Risparmio del Veneto.

Al centro di questa XXXII edizione della rassegna che si articola in 28 appuntamenti dal 25 luglio al 31 agosto 2018, saranno quindi i meravigliosi cicli di affreschi padovani del ‘300 per i quali la nostra citta’ e’ candidata a essere inserita nella lista del Patrimonio mondiale dell’Umanita’.
Questi straordinari dipinti, dei maggiori pittori del tempo, sono ancor oggi visibili in otto monumenti del centro storico: Cappella degli Scrovegni (Giotto), Chiesa dei Santi Filippo e Giacomo agli Eremitani (Guariento; Giusto de’ Menabuoi), Palazzo della Ragione (Giotto, Jacopo da Verona e Giusto de’ Menabuoi), Battistero della Cattedrale (Giusto de’ Menabuoi), Cappella della Reggia Carrarese (Guariento), Basilica del Santo (Giotto, Giusto de’ Menabuoi, Altichiero da Zevio, Jacopo Avanzi), Oratorio di San Giorgio (Altichiero da Zevio con la collaborazione di Jacopo da Verona), Oratorio di San Michele (Jacopo da Verona).
Padova e’ l’unica candidata italiana alla Lista Unesco per il biennio 2019-2020.

Questi affreschi costituiscono una testimonianza spettacolare di quello che fu il secolo d’oro della nostra citta’, apertosi con la presenza di Giotto dal 1302 e durante il quale, sotto la guida dei Carraresi, che governarono per 87 anni (1318 – 1405), Padova si affermo’ come grande capitale di rango europeo. I cicli sono stati candidati perche’ costituiscono un sistema unitario per natura e tecnica: ogni personale interpretazione del rivoluzionario linguaggio di Giotto aggiunge forza al valore eccezionale dell’insieme.

Incontri, visite guidate, spettacoli, attivita’ per ragazzi, escursioni in battello, proiezione di film, ricostruiranno il ricco clima culturale dell’epoca, mettendo in luce personaggi (artisti, scienziati, letterati) e committenze (Comune, clero, famiglie illustri) che hanno concorso a dare una nuova immagine alla citta’ e un forte impulso al processo di rinnovamento del linguaggio figurativo, rendendo Padova uno dei piu’ avanzati centri del Trecento.

Continua l’iniziativa avviata con successo nelle ultime edizioni, di mettere a disposizione un interprete Lis – Lingua dei segni italiana, che rendera’ accessibile al pubblico sordo tre serate (26 luglio, 7 e 25 agosto).
Novita’ di quest’anno la possibilita’ di acquistare quasi tutti i biglietti presso l’Ufficio Iat Informazioni e Accoglienza Turistica di vicolo Cappellato Pedrocchi (da lunedi a sabato ore 9-18, domenica ore 10-15), dove sara’ in vendita anche la guida della rassegna.

I Notturni d’Arte si apriranno mercoledi 25 luglio, a settecento anni dall’inizio della Signoria Carrarese con la nomina di Giacomo da Carrara a Capitano generale a vita e Signore di Padova. Dopo i saluti delle autorita’ e il concerto del gruppo strumentale del Conservatorio Pollini “Musiche a Corte: omaggio ai da Carrara” (ore 20:00, cortile maggiore di Palazzo Moroni), sara’ proposta la visita al Salone, che conserva il ciclo piu’ ampio per superficie dipinta e il piu’ articolato della candidatura; la decorazione, richiesta a Giotto dal Comune di Padova, venne rifatta secondo l’impostazione originaria dopo che era stata distrutta da un incendio nel 1420.
Sara’ possibile visitare anche la mostra di Gaetano Pesce “Il Tempo multidisciplinare” qui ospitata, la piu’ grande retrospettiva mai allestita in onore di questo designer di fama internazionale, che ha dedicato uno dei suoi progetti proprio a Giotto e al suo capolavoro, la Cappella degli Scrovegni.

I Notturni d’Arte si concludono venerdi 31 agosto ai Giardini dell’Arena con la proiezione, alle ore 21:30, di due pellicole entrate nella storia del cinema mondiale: il cortometraggio “Racconto di un affresco” di Luciano Emmer e il film “Il Decameron” di Pier Paolo Pasolini, omaggi al capolavoro di Giotto.

Approfondimenti su Padova Cultura

Programma Notturni d’Arte 2018 da scaricare

La cartella stampa con le immagini dei Notturni d’Arte e’ disponibile all’indirizzo https://bit.ly/2NvQnqS.

Gestione tecnica e coordinamento delle serate: Cooperativa Spazi Padovani
Collaborazione di: CoopCulture, Ne-T by Telerete Nordest S.r.l
(Tratto da: http://www.padovanet.it)

(Leggi tutta la notizia sul portale http://www.padovanet.it – rete civica del Comune di Padova)
http://www.padovanet.it/notizia/20180717/comunicato-stampa-i-notturni-d%E2%80%99arte-svelano-la-padova-urbs-picta-candidata-unesco