Auto: ascom, a padova immatricolazioni in frenata nel primo semestre 2018 (2)

(AdnKronos) – Detto questo vediamo come e andata nelle diverse province venete e, soprattutto, come si sono comportati i marchi maggiori, ovvero quelli che immatricolano piu di 100 vetture nel mese.

A parte Vicenza che continua a registrare aumenti consistenti (anche a giugno +12,92% che fanno schizzare a +16,75% il dato semestrale, ma alla base del ‘successo ‘ c’e una concentrazione di immatricolazioni di vetture poi destinate al canale business) e a parte Belluno e Rovigo, poco significative, vanno rilevate la debacle di Treviso (-12,39% nel mese e -6,26% nel semestre) e soprattutto quella di Verona (-16,20% a giugno e – 9,76 nei primi sei mesi dell’anno), mentre Venezia mette a segno un +2,26% che limita i danni del semestre ad un trascurabile -0,31%.

Quanto ai singoli marchi, continua l’arretramento di Fiat che scende a 276 vetture immatricolate a giugno 2018 contro le 293 del pari mese dello scorso anno. Si tratta di una discesa del -5,80% che pero diventa del -23,49% su base semestrale, ma soprattutto si tratta di consegnare a Volkswagen, dopo molti mesi di dominio incontrastato del marchio torinese, la palma della performance migliore. Il marchio di Wolfsburg sale infatti a 310 auto immatricolate a giugno (+18,77% rispetto all’analogo mese del 2017) per un totale di 1.828 auto (+22,19%) nel semestre.

(Adnkronos)