Sergio Costa: “Sono un peones nei salotti buoni”

Roma, 1 giu. – (AdnKronos) – ‘Io sono un uomo di frontiera che scende nelle discariche, un peones’ messo nei salotti buoni, anche se il ministero sapro’ farlo funzionare – . Cosi’ all’AdnKronos Sergio Costa, il nuovo ministro dell’Ambiente del Governo Lega-5S
. Quello che dice di se stesso e del suo nuovo incarico alla guida del dicastero dell’Ambiente si puo’ riassumere in una frase che non si stanca di ripetere: ‘sono un servitore dello Stato – .

‘Sono un servitore dello Stato per cui assurgere a ruolo di ministro della Repubblica e’ per me un onore che non ha confini – dice Costa – perche’ se dedichi tutta la tua vita all’uniforme e avendo giurato fedelta’ allo Stato da giovinetto, come ho fatto io, questo incarico significa avere la consapevolezza del dovere istituzionale di dare di piu’. Ho dato il massimo finora e adesso devo andare oltre il massimo. Non ho paura, e’ una sfida che devo vincere – .

‘Ho dalla mia parte la grinta che deriva dal lavoro che ho fatto in questi anni. Adesso – sottolinea Costa – e’ arrivato il momento di dimostrare di essere piu’ in gamba ancora per dare una risposta ai cittadini. Sono un servitore dello Stato, da tutti i punti di vista, quindi per me viene sempre prima il cittadino. E’ quello che sento in questo momento, la mia anima mi dice: il cittadino prima di tutti. Io vengo sempre dopo – .

Il fatto che la sua nomina abbia incassato la soddisfazione delle maggiori associazioni ambientaliste (‘finalmente l’uomo giusto al posto giusto – per la presidente del Wwf Italia Donatella Bianchi; ‘un nostro grande compagno di viaggio. Ha sempre servito lo Stato, ora siamo sicuri che lo fara’ in maniera egregia anche da ministro – per il presidente di Legambiente Stefano Ciafani; ‘un’ottima reputazione – per il direttore di Greenpeace Italia Giuseppe Onufrio) ‘mi fa piacere e mi carica di responsabilita’, vuol dire che abbiamo fatto bene, soprattutto in Campania – , dice Costa.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Sergio Costa: “Sono un peones nei salotti buoni”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


15 − cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.