La “Lettera dei giovani alla Chiesa di Padova” consegnata dal vescovo Claudio a papa Francesco

Il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, l’aveva promesso ai giovani partecipanti al Sinodo dei Giovani della Chiesa di Padova: avrebbe consegnato a papa Francesco il frutto del lavoro svolto. E la promessa è stata mantenuta!

****

Nei giorni scorsi, mons. Claudio Cipolla, partecipando all’Assemblea ordinaria dei vescovi italiani, ha consegnato di persona a papa Francesco il libriccino “Vi ho detto queste cose perché la vostra gioia sia piena (Gv 15,11). Lettera dei giovani alla Chiesa di Padova”. Ossia il documento finale del Sinodo dei Giovani della Chiesa di Padova, che la scorsa settimana è stato presentato al vescovo e alla Chiesa di Padova durante il momento conclusivo del Sinodo, nella Veglia di Pentecoste.

«Come promesso ai giovani – commenta con gioia mons. Claudio Cipollaho portato al Papa il frutto dei due anni di lavoro del Sinodo perché la voce dei giovani padovani possa essere un ulteriore importante contributo al Sinodo sui giovani dei vescovi di tutto il mondo, il prossimo ottobre. Ho aggiunto una dedica al Papa a nome di tutti i giovani, che dice: “Con simpatia e sintonia. Il percorso di ascolto, di confronto, di preghiera e di discernimento che i giovani hanno compiuto in questi mesi è in linea con i desideri del Papa per questo Sinodo dei vescovi”».

Il Papa ricevendo il testo ha ringraziato il vescovo e i giovani padovani per il cammino fatto, manifestando un vivo apprezzamento per questa iniziativa, augurando di proseguire nell’impegno e nella riflessione.

Foto © Vatican Media

fonte: ufficio stampa della diocesi di Padova

(Diocesi di Padova)