La Notte Europea dei Musei arriva a Rovigo

Sabato 19 maggio 2018 Palazzo Roverella e Palazzo Roncale aderiscono alla quattordicesima edizione della Notte Europea dei Musei – patrocinata dal Consiglio d’Europa, Unesco e ICOM – dedicata ai musei, alle loro collezioni, alle mostre, alle iniziative culturali. E al loro pubblico, naturalmente.

La Notte Europea dei Musei torna anche quest’anno con una grande serata che unirà le più grandi città d’Europa. Una serata di arte, cultura e bellezza per farci apprezzare il ricco patrimonio artistico che ci circonda. E ovviamente Rovigo non poteva mancare ad uno degli appuntamenti culturali più importanti a livello europeo.

Sabato 19 maggio la mostra Cinema! Storie, protagonisti, paesaggi esposta a Palazzo Roverella e Egitto Ritrovato. La Collezione Valsè Pantellini a Palazzo Roncale aderiranno infatti alla quattordicesima edizione dell’iniziativa – patrocinata dal Consiglio d’Europa, Unesco e ICOM – e per l’occasione resteranno aperte fino alle ore 23.00, con ingresso gratuito a partire dalle 20.30.

Per rendere la visita ancora più stimolante sono disponibili, per entrambe le mostre, le visite guidate alle ore 21.00, 21.30 e 22.00 al costo di 4 euro a persona.

Suggestioni, emozioni e testimonianze uniche

Palazzo Roverella ospita fino al 1° luglio un’ampia rassegna espositiva, che mostra il profondo legame esistente tra la storia del Cinema italiano e il territorio del Polesine. La mostra Cinema! Storie, protagonisti, paesaggi curata da Alberto Barbera, direttore artistico della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, con più di 500 pezzi tra foto di scena e di set, locandine originali, sceneggiature, filmati, video-interviste, racconta l’emozionante rapporto con il Delta di registi come Antonioni, Rossellini, Mazzacurati, Avati o Luchino Visconti, che proprio qui fondò il neorealismo italiano con il film Ossessione del 1943.

Il delta del Po è una terra che ha un’identità particolare. Non c’è un territorio in Italia con le sue caratteristiche, dove l’acqua scorre più alta della terra, dove il cielo incombe su un terreno che muta al variare del tempo.

– Alberto Barbera

L’antico Egitto riaffiora a Rovigo

Amuleti, statuette in legno o pietra e stele decorate fanno parte invece della Collezione egizia dell’Accademia dei Concordi esposta a Palazzo Roncale fino al 1° luglio 2018 e testimoniano l’antico legame tra la città e l’Egitto. Egitto ritrovato. La Collezione Valsè Pantellini raccoglie il meglio della collezione egizia più consistente del Veneto e vede tornare alla luce le due mummie Meryt e Baby, che per l’occasione saranno protagoniste di un restauro “live” di grande suggestione e di specifiche analisi che cercheranno di dare delle risposte ai molti misteri che la circondano.

Una cultura millenaria che ha influenzato sotto molti aspetti la storia dell’intero mondo affacciato sul Mediterraneo.

(Fondazione Cariparo)