Alla ricerca del tempo presente: lo spettacolo di Teatrocarcere e Coro Due Palazzi anticipa la tre giorni del Festival biblico

Le persone detenute di Teatrocarcere e il Coro Due Palazzi di Padova saranno tra i protagonisti del Festival Biblico edizione padovana, con due appuntamenti: uno nei giorni e nei luoghi aperti al pubblico del Festival (11-13 maggio 2018) e uno nell’Auditorium Due Palazzi, quasi come evento anteprima del Festival; si terrà infatti giovedì 10 maggio, con inizio alle ore 13.30, nell’Auditorium della Casa di reclusione Due Palazzi di Padova. Proprio per la particolare “collocazione” di questo appuntamento e per il numero “chiuso” dei posti è necessario un accreditamento entro giovedì 26 aprile 2018, inoltrando la richiesta a: [email protected]com
Lo spettacolo avrà poi una “replica adattata” domenica 13 maggio, alle ore 18.30 nel giardino del Centro universitario di Padova, via Zabarella 82.
Lo spettacolo – Alla ricerca del tempo presente – per la regia di Maria Cinzia Zanellato, con aiuto regia Adele Trocino e direzione del coro Giulia Prete, nasce all’interno del progetto artistico e culturale “Papillon-Operatori di Relianza” dedicato alla popolazione detenuta nella Casa di Reclusione Due Palazzi. Il progetto si articola in un’attività di mediazione culturale, laboratori di teatro, coro e video, realizzazione di appuntamenti culturali, orientati a favorire la relazione e il percorso di inclusione tra carcere e città.
Parola chiave del progetto è il concetto di “relianza”, neologismo creato dal filosofo e sociologo Edgar Morin; è un’unione di due parole francesi: relier (unione) e alliance (alleanza), come sintesi di una dimensione solidaristica in opposizione alla frammentarietà, indicando tutto ciò che unisce e rende solidali, contro la divisione.
Alla ricerca del tempo presente si articola tra dialoghi e monologhi in parte tratti da scritti autobiografici di persone detenute presentati al Premio Castelli promosso dalla Società San Vincenzo de Paoli, che nell’edizione 2017 aveva come tema “Esercizi di libertà”, e in parte realizzate nei laboratori. Testi che riportano l’attenzione sull’esperienza della dimensione del tempo all’interno della condizione della detenzione, aprendo domande che riguardano il passato, il presente e il futuro.
Pagina Facebook: Festival Biblico
fonte: ufficio stampa della diocesi di Padova

(Diocesi di Padova)