Installazione di Pauciulo alla Bicocca

Milano

Milano, 12 mar. (AdnKronos) – Il polittico ‘nell’aperto’, realizzato da Antonio Pauciulo per il gruppo Maire Tecnimont, viene esposto permanentemente nella sede dell’Universita’ di Milano-Bicocca per le celebrazioni del ventennale dell’ateneo. Domani nella Galleria della Scienza dell’universita’ verra’ inaugurata la nuova installazione delle tele, dopo l’esposizione al teatro Franco Parenti. “Milano-Bicocca e’ un’universita’ giovane che investe in innovazione e sperimentazioni culturali -ha detto il rettore dell’ateneo, Cristina Messa- con questa iniziativa continua e si rafforza il progetto di valorizzazione del campus e di riqualificazione del quartiere Bicocca che punta a essere sempre piu’ attrattivo e riconosciuto come centro internazionale di formazione e ricerca, ma anche polo di riferimento per il terziario avanzato e l’arte contemporanea”.

Maire Tecnimont, societa’ attiva nell’ingegneria e costruzione di impianti industriali, nel 2009 ha commissionato all’artista Antonio Pauciulo “un’opera di ampio respiro che rappresentasse il fare dell’uomo e la sua abilita’ creativa, nel contesto lavorativo complesso e multiculturale del gruppo, che opera sia nei suoi centri di progettazione che nei suoi cantieri”, si spiega dalla societa’.

‘E’ cosi che il nostro mondo industriale si avvicina all’arte e alla cultura -ha spiegato Fabrizio Di Amato, presidente di Maire Tecnimont- i nostri progetti sono frutto del lavoro comune di tante persone con competenze e culture differenti, diversita’ che si traducono in forza inclusiva, la stessa che alimenta l’Universita’ di Milano-Bicocca, aperta all’innovazione e al continuo dialogo tra imprenditoria e ricerca”.

L’installazione, che, per volonta’ del gruppo, sara’ pubblicamente fruibile in ateneo, appartiene al progetto artificial creatures, che Antonio Pauciulo cosi’ sintetizza in catalogo: ‘Il lavoro nell’aperto’ e’ una metafora del mondo dell’uomo, un mondo dove ogni cosa e’ definita e distinta ma, al tempo stesso, vive d’una nostalgia dell’aperto, di un’unita’ dove tutto si armonizza con tutto. –

Le otto tele, realizzate con tecnica a olio e tempera grassa, con la loro grande dimensione formano un quadrato ideale all’interno dell’universita’. “La loro collocazione bifacciale ripropone spazialmente il concept ideativo dell’artista. Pauciulo, infatti, nella creazione del lavoro ‘nell’aperto’ ha assunto alcune metafore guida, come quella di ‘distinzione-unitarieta” e l’idea di ‘interno-esterno’, vale a dire il pensiero-progetto, concepito internamente, che assume concretizzazione oggettuale solo all’esterno, nel mondo. Ne scaturisce un dialogo corale che prende corpo attraverso il passaggio nell’aperto’, in cui l’artista si pone come canale di comunicazione con l’universo”, si spiega.

L’universita’ ha scelto di inserire l’installazione nel percorso denominato boulevard dell’innovazione’ che unisce le varie realta’ culturali dell’area Bicocca collegandolo, idealmente, con la Sequenza’ di Fausto Melotti antistante Hangar Bicocca e la collezione d’arte contemporanea di Deutsche Bank.

(Adnkronos)