Attiviteagrave; antispaccio giardini arena

giardini08 Febbraio 2018 – Agenti del Reparto Polizia Giudiziaria effettuavano un servizio di osservazione in abiti borghesi presso i giardini dell’Arena, finalizzato a contrastare il commercio di bicilette rubate e lo spaccio di stupefacenti. In particolare attenzionavano un gruppo di soggetti di colore che stazionavano lungo il percorso ciclabile che costeggia il fiume all’interno del parco. Alle ore 14,10 circa notavano un soggetto di carnagione chiara e di giovane età, vestito con un giubbotto scuro, jeans blu, scarpe da ginnastica rosse, che indossava occhiali da vista e uno zainetto scuro bianco avvicinarsi al gruppo. Il giovane confabulava

brevemente con uno dei soggetti di colore, che indossava dei pantaloni di tuta scuri con doppia banda bianca laterale, già noto all’ufficio in quanto già denunciato per reati contro il patrimonio. Il soggetto unitamente al ragazzo si allontanava di pochi metri, ed entrambi si posizionavano sotto un grosso albero. Il ragazzo di carnagione chiara consegnava una banconota al pregiudicato il quale prelevava un involucro di nylon trasparente contenente sostanza di colore marrone, occultato in un ramo della suddetta pianta, ne estraeva una parte e la consegnava al giovane, richiudeva l’involucro e lo posizionava nel medesimo punto di prima. Il giovane si allontanava rapidamente a piedi all’interno del parco, facendo perdere le proprie tracce senza che gli operanti riuscissero a fermarlo. Il pregiudicato rimaneva invece nel medesimo posto unitamente ad altri soggetti di colore. Con il supporto di altri colleghi procedevano al fermo del pregiudicato nonché all’identificazione dei soggetti che si trovavano con lui. Si procedeva ad un controllo del punto in cui era stato visto occultare l’involucro e si rinveniva effettivamente un involucro di nylon contenente sostanza vegetale che veniva recuperato. Il pregiudicato veniva accompagnato presso gli uffici del Comando di via Liberi n. 16 dove veniva perquisito e fotosegnalato. La sostanza all’interno dell’involucro recuperato risultava essere marijuana al narcotest, con peso netto complessivo di grammi 10,1, pertanto la stessa veniva sequestrata con separato verbale.Al pregiudicato veniva contestata la violazione dell’art. 73 comma 5° del D.P.R. 309/90 per spaccio di sostanze stupefacenti, pertanto a carico dello stesso veniva redatto verbale di identificazione, elezione domicilio e nomina del difensore per il reato previsto e punito da tale articolo.

Condividi questo articolo

(Polizia locale Padova)

Please follow and like us: