Fondazione Cassamarca vince il giudizio confronti dell’Agenzia delle Entrate per il rimborso di imposte pagate in eccesso

Lo studio De Berti Jacchia Franchini Forlani ha assistito vittoriosamente Fondazione Cassamarca, importante fondazione bancaria con sede a Treviso, nei confronti dell’Agenzia delle Entrate cui si chiedeva il rimborso di imposte pagate in eccesso per gli anni dal 2004 al 2006.

Il caso vedeva coinvolta la Fondazione Cassamarca, alla quale l’Agenzia delle Entrate rifiutava di rimborsare un rilevante credito fiscale perché la sentenza della Commissione Tributaria Regionale (CTR) Veneto che lo riconosceva era stata impugnata per cassazione: secondo l’Agenzia, infatti, il decreto legislativo n°156/215 – entrato in vigore il 1° giugno 2016 – che ha previsto l’immediata esecutività delle sentenze di condanna di pagamento di somme a favore del contribuente si sarebbe dovuto applicare soltanto alle sentenze emesse successivamente a tale data, mentre quella in possesso della Fondazione era precedente e, quindi, si sarebbe dovuto attendere il suo passaggio in giudicato.

Con ordinanza dello scorso 16 gennaio, invece, la CTR Veneto ha stabilito che anche alle sentenze emesse prima dell’1° giugno 2016 si applica la nuova normativa e, quindi, devono essere eseguite immediatamente.

Il processo è stato seguito dall’avvocato Diego Conte, associato di De Berti Jacchia Franchini Forlani, insieme al dottor Massimo Zambon, di Lenardo & Zambon Dottori Commercialisti Associati.

Scopri tutti gli incarichi: Diego Conte – De Berti Jacchia Franchini Forlani; Massimo Zambon – Lenardo & Zambon Dottori Commercialisti Associati;

Be the first to comment on "Fondazione Cassamarca vince il giudizio confronti dell’Agenzia delle Entrate per il rimborso di imposte pagate in eccesso"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


18 − 7 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.