DUE CARRARE: PATRIZIO BERTIN SULLE RESPONSABILITA’ PREGRESSE DEI SINDACI DEL PASSATO

IL PRESIDENTE DELL’ASCOM, PATRIZIO BERTIN: “SU DUE CARRARE NOI SEMPRE PRESENTI, I SINDACI CHE SI SONO SUCCEDUTI SEMPRE ALLA RICERCA DI RESPONSABILITA’ PREGRESSE”
Le colpe? Sono sempre degli altri.
“E’ un atteggiamento che viene utilizzato spessissimo in qualsiasi campo – commenta il presidente dell’Ascom, Patrizio Bertin – ma a Due Carrare sembra essere diventato quasi un dogma di fede”.
Anche l’ex sindaco Gomirato sembra avere imboccato questa strada.
“Ovviamente – continua Bertin – lui non nega di essere stato all’origine del problema 23 anni fa quando l’amministrazione dell’allora comune di Carrara San Giorgio da lui presieduta fece la variante al piano regolatore mutando i terreni dove ora si vorrebbe far sorgere l’ipercentro targato Deda, da agricoli a commerciali.
Però, nel consueto refrain che sempre accompagna chi si vuole smarcare, chiede “dove siano stati negli ultimi trent’anni tutti coloro che adesso si professano contrari alla struttura di vendita”.
Bene: per quanto riguarda l’Ascom noi ci teniamo sempre a ricordare che c’è “un’Ascom prima del 2005 ed un’Ascom dopo il 2005”.
Ebbene l’Ascom del dopo 2005, cioè l’Ascom che ha abbandonato le logiche “da prima Repubblica”, ha imboccato una strada univoca del contrasto “senza se e senza ma”, un contrasto che l’ex sindaco Vason conosce benissimo ma che purtroppo conosce benissimo anche il sindaco Moro che, fino a quando era all’opposizione, era perfettamente d’accordo con noi per poi, una volta insediato in municipio, cambiare parere”.
E che l’opposizione dell’Ascom non abbia mai avuto momenti di flessione lo testimoniano anche i ricorsi presentati in questi anni, purtroppo con scarsa fortuna.
“Ma mentre da parte nostra – conclude il presidente dell’Ascom – l’assunzione di responsabilità è sempre stata piena, da parte dei sindaci, da Gomirato a Moro, emerge sempre l’idea che la colpa vada ascritta ad altri, siano essi il ministero piuttosto che la Regione. Noi invece siamo convinti che la responsabilità prima ricada sul comune e che Gomirato, Vason e Moro abbiano avuto ed abbiano le possibilità di chiudere la partita. Il problema è che non hanno voluto e continuano a non volere!”

Padova 1° deicembre 2017

(Ascom Padova)

loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: