Borsa e investimenti: aggiornamenti di ferragosto

Abbiamo già passato ferragosto e gli  indici azionari internazionali di maggior peso  si muovono ancora in ordine sparso ed in totale assenza di volatilità: tutti gli indici USA si trovano sostanzialmente sui massimi assoluti  toccati tra fine luglio ed i giorni scorsi (Dow Jones: 22180, S&P500: 2490, Nasdaq Composite 6460)  mentre altri indici stanno ripiegando come DAX (-7.70% dai max) ed EUROSTOXX50 (-6.70%).  A Piazza Affari l’indice FTSEMIB ha riagguantato quota 22000pt per abbandonarla immediatamente, cedendo il  -3.3% in due sole sessioni (supporto settimanale: 21000).

La totale assenza di volatilità, gli scambi ridotti e le tensioni geopolitiche attualmente presenti suggeriscono di mantenere un portafoglio   alquanto scarico della componente azionaria, protetto comunque tramite l’acquisto di opzioni PUT o di ETF short sul’indice. Il settore obbligazionario ha visto   la German Finance Agency (GFA) collocare circa 3miliardi di euro in Bundesobligation a cinque anni  con un rendimento medio ancora negativo  attestatosi  a -0,26% dal -0,14% precedente: giova chiedersi quali considerazioni guidino investimenti in bond a tasso negativo  (non certo considerazioni di profittabilità, visto anche l’innalzamento – seppur lento – della curva dei tassi).

Nei giorni scorsi  la notizia della multa da oltre 184 milioni di euro comminata dall’Antitrust a 13 società del settore del cemento in Italia (formazione di un cartello e di una intesa anti-concorrenziale sui prezzi)  ha coinvolto in Borsa soprattutto i titoli Buzzi Unicem e Cementir seppur con andamento diverso: l’analisi grafica evidenzia infatti  come il titolo  BUZZI fosse  già inserito in un movimento ribassista partito  a metà maggio (ben prima quindi della notizia) che l’ha portato a cedere sinora il -16.50%  (prossimo obiettivo ribassista da raggiungere: area 19.20Euro). Cementir ha invece toccato i suoi massimi  di periodo il 17luglio ed ha ceduto nei giorni scorsi  il -10% circa , con obiettivo da raggiungere posto sotto 5.90Euro.

Ancora in  evidenza  FERRARI che raggiunge quota 95Euro in assenza di storni: la distanza delle quotazioni dal supporto giornaliero di breve (81Euro) consiglia prese di profitto sui valori attuali, in previsione di ripiegamenti in area 88Euro ed 83Euro che rientrano nella norma (su cedimento dei supporti il ribasso verrebbe ulteriormente amplificato).

Sul mercato FOREX invece la volatilità è presente (già da inizio anno) con  il cambio EUR/USD atteso ripiegare per riportarsi quantomeno in area  1.17/1.1685; il dollaro ha ceduto contro sterlina che sul cable ha visto le quotazioni raggiungere  area 1.3230: attesa fase laterale nella fascia 1.33/1.28.

Il BITCOIN, splittato dal 1agosto, si è ulteriormente rafforzato e continua a salire con rialzi a doppia cifra e quotazione a 3400  contro euro. PETROLIO in ripiegamento, in linea con le aspettative di ritorno innanzitutto a 47dollari e successivamente in area 43/41dollari.

ORO che si riavvicina ai 1300dollari/oncia, indirizzato al raggiungimento di area 1330dollari.

A cura di Daniela Turri (analista mercati finanziari)

www.fib30online.it

Be the first to comment on "Borsa e investimenti: aggiornamenti di ferragosto"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


18 − tredici =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.