Centro commerciale Due Carrare. Confesercenti invita i sindaci a costituire il comitato per il NO

E’ datata 9 agosto la lettera che Confesercenti Padova ha inviato a tutti i sindaci dei Comuni dei Colli e di grande parte della Bassa Padovana ed alle organizzazioni di impresa ai sindacati ed alle associazioni del territorio, con la quale invita tutti i soggetti a promuovere un comitato territoriale per dare un NO concreto alla realizzazione del Centro Commerciale di Due Carrare.
Con l’incontro dello scorso 8 agosto, dichiara il Presidente Rossi, l’Amministrazione di Due Carrare ha dato avvio all’iter amministrativo per la realizzazione del centro. Adesso è il momento che tutti i soggetti (Sindaci, Presidenti di categoria , organizzazioni sindacali, associazioni) che in queste ultime settimane si sono schierati pubblicamente per il NO assumano un’azione concreta che superi le semplici prese di posizione e si muovino concretamente per evitarne la costruzione.

La responsabilità che si stà assumendo il Comune di Due Carrare, prosegue Rossi, coinvolge un territorio di circa 200mila residenti, Aldilà delle specifiche competenze, non è più possibile che le decisioni di una singola amministrazione possano coinvolgere l’intero territorio senza che gli altri comuni abbiano la possibilità di intervenire.

L’obiettivo del coordinamento non sarà quello di elencare i danni che il centro commerciale causerà al territorio in termini di consumo del suolo, desertificazione, perdita di flussi turistici ecc, ma bensì quello di dotarsi di strumenti sia politici che amministrativi in grado di bloccare la costruzione.

Ci stiamo muovendo in modo troppo scoordinato, continua Rossi, dobbiamo organizzare una serie di interventi in modo unitario e forte: Con il ministro Franceschini, con il Presidente Zaia, con la provincia e con tutti gli altri soggetti, dobbiamo saperci muovere insieme ed in modo unitario. Tutti questi soggetti devono sapere che il NO non è l’interesse di qualche commerciante , devono sapere che non è la volontà di prendere qualche voto alle prossime elezioni ma bensi : la volontà chiara della stragrande maggioranza del territorio nel solo ed esclusivo interesse del territorio stesso.

Operativamente, continua Rossi, proporremmo a tutti i soggetti un incontro tra le fine di agosto ed i primi di settembre. In quell’occasione si studierà un protocollo di lavoro ed una serie di interventi da farsi immediatamente dotandoci anche di una sede e di una organizzazione operativa.

(Confesercenti Padova)

loading...