Ricerca: da uninpd trappola per terroristi, e il mouse che scopre la verita (3)

(AdnKronos) – (Adnkronos) – I ricercatori hanno trovato come la menzogna ha un suo “andamento” bidimensionale, analizzato sia sotto il profilo spaziale sia sotto quello temporale: micromovimenti orizzontali e verticali oltre che accelerazioni e decelerazioni che avvengono nell’arco di pochi millisecondi. Mentre il soggetto che dice la verita e contraddistinto produce una traiettoria diretta che va subito, senza esitazioni, verso il tasto di risposta corretto, chi mente viene, in un primo momento, attratto da quella che per lui e la risposta vera, ma che in realta vuole nascondere.

Il suo percorso parte in direzione diversa da quella della risposta che intende dare in quanto mentitore. Queste anomalie della traiettoria permettono di stabilire subito se un soggetto dice la verita circa la sua identita con un sensibile vantaggio rispetto alle precedenti tecniche: chi fa domande per capire la vera identita di uno sconosciuto, ora, non e piu tenuto a confrontarle con una verita che gia deteneva.

(Adnkronos)

loading...