Coima SGR e London & Regional Properties per il rilancio del Lido di Venezia

Lido (Venezia). Coima SGR, dopo avere ristrutturato il fondo ex Real Venice I (oggi Lido di Venezia), annuncia di aver dato esecuzione agli accordi già raggiunti con il partner London & Regional Properties (L+R), perfezionando con il supporto finanziario di Intesa Sanpaolo e UniCredit l’operazione di ricapitalizzazione del fondo per potenziali risorse finanziarie complessive di 250 milioni di euro.

Il fine è di avviare e sostenere il Business Plan strategico per la riqualificazione del patrimonio immobiliare composto dagli storici alberghi dell’Hotel Excelsior e dell’Hotel Des Bains.

Nel 2015 Coima sgr era stata chiamata dai quotisti del fondo Real Venice I per sostituire la precedente società di gestione al fine di condurre la ristrutturazione, sempre con il supporto finanziario di Intesa Sanpaolo e Unicredit, del fondo che era in default. Nel corso degli ultimi 24 mesi il team di Coima ha affrontato le problematiche della gestione precedente risolvendo i rapporti con i creditori, raggiungendo un accordo rispetto ad alcuni contenziosi fiscali pregressi, riordinando la gestione tecnica edilizia, identificando nuovi fornitori e ripristinando gli abusi edilizi precedenti.

A fine 2016 il gruppo guidato da Manfredi Catella ha inoltre perfezionato il recesso dal contratto con il precedente gestore alberghiero e ha nominato L+R, società internazionale specializzata in investimenti in hotel con un portafoglio di 9 miliardi di sterline e circa 12.000 camere, come nuovo gestore dell’hotel.

Lo scorso 9 maggio, poi, è stata data esecuzione finale agli accordi che prevedono la costituzione di un nuovo fondo denominato “Lido di Venezia II” (il “Fondo”) promosso e gestito da Coima sgr, a cui è stato apportato il portafoglio alberghiero composto dall’Hotel Excelsior, dall’Hotel Des Bains, da Palazzo Marconi, dalle concessioni sulle spiagge e dai beni ancillari dei due alberghi.

I partecipanti al Fondo sono rappresentati dai quotisti storici del progetto riuniti nell’ambito del fondo originario, tra cui la Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo ed il Fondo pensione per il Personale dell’ex Banca di Roma che avevano fornito al Fondo ex Real Venice il supporto finanziario necessario per la definizione del processo di rilancio, da London & Regional Properties Group e dalla stessa COIMA SGR.

Il ceto bancario, costituito da Intesa Sanpaolo e da Unicredit, ha approvato l’operazione di ricapitalizzazione rinnovando le linee precedentemente accordate e dedicando nuove linee a supporto del processo di riqualificazione degli asset del Lido.

Il masterplan prevede lo sviluppo di una prima fase con la riqualificazione dell’Hotel Excelsior, della relativa spiaggia e di Palazzo Marconi e successivamente alla stabilizzazione della nuova gestione, l’avvio della riqualificazione dell’Hotel Des Bains. La riqualificazione dell’Hotel Excelsior prevede, dopo gli interventi già eseguiti nel corso dello scorso inverno al fine di predisporre l’hotel per la riapertura della stagione 2017, l’avvio della progettazione degli interventi necessari e quindi l’avvio dei lavori che si svolgeranno mantenendo la regolare apertura stagionale. Il progetto verrà composto nel rispetto della tradizione e vocazione storica degli alberghi con l’obiettivo di contribuire a un progetto di qualità di recupero di un patrimonio veneziano e italiano di straordinario valore.

Lo studio Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners ha assistito Coima SGR con un team guidato dal partner Davide Braghini, coadiuvato dai senior associate Sara Poetto e Lucia Girolami e dall’associate Cecilia Dubla. Gli aspetti banking sono stati seguiti dal partner Matteo Bragantini, dal senior associate Ilaria Laureti e dall’associate Nicola Tosin. Per gli aspetti fiscali Coima è stata assistita dallo studio Maisto e Associati con Marco Valdonio e Mauro Messi.

Nell’operazione London & Regional Properties Group è stata assistita dallo studio legale BonelliErede, da PricewaterhouseCoopers per l’assistenza fiscale e da Arcadis Italia e Box Consultants per l’assistenza tecnica mentre le banche sono state assistite dallo studio legale McDermott Will & Emery. Il focus team real estate di BonelliErede ha agito al fianco di L+R con un team guidato dal socio Alessandro Balp e composto dal managing associate Nicola Franceschina e dall’associate Riccardo Denaro.

Le banche finanziatrici sono state assistite dagli avvocati Giancarlo Castorino, Pierandrea Bonali e Nicolò Perricone. L’apporto degli immobili al fondo dedicato è stato curato dal notaio Edmondo Todeschini.

loading...

Be the first to comment on "Coima SGR e London & Regional Properties per il rilancio del Lido di Venezia"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: