POLVERI SOTTILI SOPRA IL LIMITE PER 22 GIORNI. SERVONO PROPOSTE STRUTTURALI DAI CANDIDATI SINDACI

Legambiente PadovaSi chiude con 22 giorni/di superamento del limite di legge di 50 microgrammi per metro cubo d’aria gennaio2017./Come gennaio 2016, pieugrave; delgennaio 2015 che registreograve; 21/giorni, pieugrave; del2014 che ne conteograve; solo 12 e del 2013/che ne totalizzeograve; 16/./p>

Si chiude con 22 giorni di superamento del limite di legge di 50 microgrammi per metro cubo d’aria gennaio 2017 (vedi tabella)

“Come gennaio 2016, più del gennaio 2015 che registrò 21 giorni – commenta Lucio Passi, Portavoce di Legambiente Padova- più del 2014 che ne contò solo 12 e del 2013che ne totalizzò 16 . (Nota, stiamo parlando dei dati registrati alla centralina Mandria che fa testo per la media della città. Gli ultimi 2 giorni la stazione della Mandria per un guasto non ha registrato, ma considerando che quella dell’Arcella ha fatto registrate 181 microgrammi lunedì 20 e 161 martedì 31 è matematico che la mandria avrebbe registrato simili sforamenti). In tutto il mese, inoltre sono stati 7 i giorni il cui il PM10 è arrivato al dopiio o al triplo del limite di legge. La media mensile di gennaio, è stata globalmente di 66 microgrammi.

Inevitabile, al terzo giorno consecutivo di superamento del doppio della soglia di attenzione per la salute, che si è verificati in questi ultimi giorni, l’estensione alle Euro3 diesel del blocco no-kat. In pratica fino al 14 aprile (o finché non verrà ritirata l’ordinanza del commissario), a norma recente delibera della Giunta Regionale “Linee guida per il miglioramento della qualità dell’aria”.

“Ma al di là dell’ordinanza che amplia la limitazione temporaneo del traffico, quest’atto non potrà non avere ripercussioni politiche di lunga durata perché le colpe delle Politica padovana (a cui Penta è estraneo) sono gravi e decennali. Non è possibile infatti che a tutt’oggi, dopo 16 anni di smog fuorilegge, non esistano piani di riduzione dell’inquinamento e del traffico, se non basati su misure emergenziali e salottiere, che non hanno mai risolto il problema. Servono, oltre alle doverose misure temporanee, veri piani strutturali.

Una situazione questa sulla quale i futuri candidati Sindaci si devono impegnare. Per essere credibili dovranno mettere bene in chiaro quali sono i loro programmi antismog.

Legambiente ha messo in campo – conclude Passi – un combinato di proposte: creare un sistema di controllo del traffico con ilroad pricing, provvedere al rilancio del trasporto pubblico locale (TPL) finalizzando 6 dei 12 milioni di euro provenienti dalle multe degli autoveloxin tangenziale al potenziamento del servizio. Infine da tempo proponiamo la diffusione di aree a ciclabilità diffusa nel centro e nei quartieri portando il limite di velocità per le auto a 30 km l’ora.

Così il PM10 nel gennaio 2017

Data

Arcella

Mandria

2017-01-01

108

124

2017-01-02

91

106

2017-01-03

51

65

2017-01-04

71

85

2017-01-05

26

37

2017-01-06

61

60

2017-01-07

74

75

2017-01-08

70

83

2017-01-09

90

100

2017-01-10

38

45

2017-01-11

49

51

2017-01-12

91

85

2017-01-13

46

44

2017-01-14

47

57

2017-01-15

40

47

2017-01-16

24

24

2017-01-17

16

16

2017-01-18

26

24

2017-01-19

21

32

2017-01-20

40

49

2017-01-21

60

70

2017-01-22

62

60

2017-01-23

55

62

2017-01-24

59

70

2017-01-25

48

62

2017-01-26

51

57

2017-01-27

80

76

2017-01-28

97

102

2017-01-29

140

144

2017-01-30

181

?

2017-01-32

161

?

Fonte Arpav, elaborazione Legambiente

Limite di legge giornaliero 50 micrgorammi per metro cubo d’aria

{po4] html}

Be the first to comment on "POLVERI SOTTILI SOPRA IL LIMITE PER 22 GIORNI. SERVONO PROPOSTE STRUTTURALI DAI CANDIDATI SINDACI"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


5 + uno =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.