ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE FELINA “I gatti più belli del mondo”

CENTINAIA DI GATTI IN ARRIVO ALLA FIERA DI PADOVA IL 7- 8 GENNAIO

Saranno centinaia i gatti che invaderanno a suon di fusa e miagolii la Fiera di Padova, dove sabato 7 e domenica 8 gennaio si terrà la 48^ edizione dell’Esposizione internazionale felina.

Esemplari di quasi tutte le razze del mondo, dagli aristocratici Persiani agli impetuosi Bengala, dai super pelosi Main Coon ai nudi Sphynx. E poi Siberiani, Burmesi e molti altri che per due giorni, oltre a dispensare dolci occhiate, tenteranno di aggiudicarsi l’ambito titolo di Best of Best assegnato da una giuria di esperti internazionale ai più bei gatti in concorso.

https://www.facebook.com/gattidelmondo

http://www.expofelina.eu/page-Padova2017

Hashtag ufficiali: #Padovacatlovers e #CatShowPadova

 

AMERICAN CURL

Si narra che il primo American Curl apparve in California nel 1981. Era un randagio tutto nero che presto diede alla luce micini con le stesse orecchie, diventando l’antenato di tutti gli American Curl. I piccoli nascono con le orecchie dritte e solo intorno agli 80 giorni cominciano ad arricciarsi completando il loro processo intorno ai quattro mesi.

MAINE COON

Il suo nome significa letteralmente “procione del Maine” e – secondo una leggenda – il Maine Coon è il frutto dell’unione tra un procione e la lince, da cui avrebbe ereditato lo spirito cacciatore e l’indole selvatica.

JAPANESE BOBTAIL

Originaria della Cina questa razza è arrivata in Giappone intorno all’undicesimo secolo e in Europa solo all’inizio degli anni ’80. Ha una coda piccolissima che assomiglia a un pom-pom, è estroverso, giocherellone e socievole verso tutti ma con modi di fare eleganti e raffinati.

BURMESE

Originario degli Stati Uniti ma allevato in tutto il mondo, alle origini esisteva solo in marrone ma con gli anni ha cominciato a spaziare tra le varie colorazioni viste addosso ad altri felini: color cioccolato, blu, lilla, rosso, crema, fulvo e cannella.

SACRO DI BIRMANIA

Tra le razze più amate dai bambini c’è sicuramente il Sacro di Birmania che, oltre a non conoscere l’aggressività, è sempre pronto a cominciare un nuovo gioco.

BENGALA

Ottenuto dall’incrocio tra un gatto domestico e il gatto leopardo, il Bengala non tradisce le sue origini. Il pelo liscio e morbido è maculato e la sua dolcezza va a braccetto con il suo istinto predatore.

CERTOSINO

Arrivato presumibilmente in Francia nel 1100 per opera dei cavalieri templari, ha un pelo molto soffice di colore grigio e occhi color rame, con un musetto che sembra ricordare un sorriso. Disponibile alle carezze pur restando un gatto solitario che dosa tempi e spazi da dedicare al suo padrone

 

SIBERIANO

Pare sia stato uno dei primi gatti a pelolungo, è considerato la razza nazionale della Russia. Le condizioni climatiche molto rigide hanno reso questo felino un forte, resistente e scaltro cacciatore dal mantello idrorepellente.

 

SPHYNX

La sua nudità lo costringe a preferire ambienti chiusi e protetti, ma ciò non impedisce allo Sphynx di essere un gatto vivace, curioso e ben disposto verso gli estranei , umani e non.

PERSIANO

Il portamento flemmatico e aristocratico, la lunga e fluente pelliccia, il naso infossato incorniciato da grandi occhi. Il gatto persiano si distingue fra tutti, benché se ne contino ben 200 diverse colorazioni.

Altre foto disponibili su link:

https://drive.google.com/drive/folders/0B7uFmfIbTAaKUTNhZ3JEc3FGcHc?usp=sharing

Crediti a Bob Schwartz

Please follow and like us:

Be the first to comment on "ESPOSIZIONE INTERNAZIONALE FELINA “I gatti più belli del mondo”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


tredici + dodici =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.