Regali di Natale e riciclo, l’unione che funziona

Il Natale è un magico calderone dove si mescolano insieme tante belle speranze e sogni non ancora esauditi. Come in tutte le ricette, c’è bisogno di una nota di contrasto per valorizzare la bontà e il gusto del piatto. In questo caso, il periodo natalizio porta con sé la consueta ansia da regali che aumenta gradualmente con l’avvicinarsi del 25 dicembre.

Gli studenti universitari conoscono molto bene questa situazione, grazie al periodo dell’anno non troppo favorevole. Infatti, l’universitario medio deve incastrare, tra prove parziali e studio per l’imminente sessione d’esami, anche l’acquisto dei regali in negozi e centri commerciali dove la dignità umana non esiste. Per evitare le risse di fronte all’ultima scatola di cioccolatini o l’azzeramento in men che non si dica del proprio conto corrente, c’è sempre la possibilità di confezionare con le proprie mani un regalo più che decente, facendo anche l’occhiolino all’ecologia.

Uno dei materiali più presenti nelle case è la carta. Che sia di riviste patinate oppure di quotidiani in bianco e nero, la sostanza non cambia: utilizzare la carta è sicuramente uno dei modi più veloci per confezionare un bel regalo. Per esempio, si può creare un portapenne con fogli di riviste arrotolate e colla vinilica, intrecciando con un po’ di pazienza i vari tubicini di carta.

Se invece volete stupire il genere femminile, una collana di carta colorata è sicuramente d’effetto, arrotolando ancora una volta i fogli di carta prima a tubo e poi a spirale e aggiungendo anche qualche brillantino per creare qualcosa di unico. Nel caso in cui il vostro livello di creatività è alle stelle, si può sempre comporre un collage di varie parole prese dalle riviste su un supporto rigido, giocando così sia sul visuale che con il testuale. Sentitevi un po’ come Magritte quando dipinse Ceci n’est pa une pipe.

Una buona bottiglia di vino non può mai mancare durante le festività. Ricordatevi però di recuperare i tappi di sughero, utili per creare regali natalizi facili e veloci. Questo materiale necessita molte volte di essere tagliato, vi ricordiamo di prestare estrema attenzione con taglierini e forbici per evitare di passare le festività in compagni degli infermieri. Detto questo, il sughero è estremamente facile da tagliare e ha il pregio di regalare a ogni oggetto realizzato il colore e la texture simile al legno. Senza modificarlo troppo, il tappo di sughero è perfetto per realizzare dei portachiavi, aggiungendo solamente un gancio e qualche decorazione come perline, charmes o colorandolo secondo il proprio gusto. L’amico super organizzato ha bisogno di un supporto per non perdersi nemmeno un post it? Con qualche tappo in più e un po’ di colla vinilica, è possibile realizzare una bacheca semplice ma d’effetto.

Gli armadi sono pieni di t-shirts e maglionivecchi? Non buttarli ma riciclali per creare dei regali di Natale originali. Si può trasformare una maglietta che non ci piace o magari un po’ scolorita in un’utile borsa per fare la spesa. Anche se il vero must per questo inverno sono i guanti creati riciclando vecchi maglioni con fantasie improbabili o già un po’ infeltriti. In questo caso, si possono creare dei guanti a manopola, ritagliando direttamente dal fondo del maglione lo stampo della mano; un po’ di colla o qualche punto possono bastare per concludere il lavoro e consegnare un bel paio di guanti caldi.

Le possibilità per realizzare con le proprie mani regali originali e a costo zero sono quasi infinite, l’unico problema è la quantità di tempo utilizzata per tagliare, cucire, incollare e mettere insieme il regalo. Ma lo studente universitario non si abbatte così facilmente: piuttosto di soccombere sotto le grinfie della signora che vuole rubargli l’ultimo paio di calzini natalizi, è disposto a fare amicizia anche con la malefica pistola della colla a caldo.

(tratto da http://www.ilvivipadova.it)

loading...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: