IL VENETO NELLA RETE DELLE CITTA’ EUROPEE DELLO SPORT: ASSESSORE CORAZZARI SIGLA PROTOCOLLO CON ACES, CONI E COMITATO PARALIMPICO

(AVN) – Venezia, 4 luglio 2016

Il Veneto entra a pieno titolo nella rete della città europee dello sport rinnovando la convenzione con la Federazione delle Associazioni delle Capitali e delle Città Europee dello Sport (Aces-Europe), per la promozione della pratica e della cultura sportiva in ambito continentale, con il coinvolgimento diretto del Coni e del Comitato paralimpico italiano. Oggi, a palazzo Balbi, l’assessore regionale allo sport Cristiano Corazzari ha rinnovato la convenzione con il presidente di Aces-Europe Gian Francesco Lupattelli sottoscritta anche dai presidenti del Coni regionale, Gianfranco Bardelle, e del comitato veneto del Comitato italiano paralimpico, Ruggero Vilnai, alla presenza del vicepresidente Anci Roberto Pella e delle ‘prime cittadine’ di Meolo, Loretta Aliprandi, e di Monastier, Paola Moro, che insieme ad Asiago e a San Giovanni Lupatoto condividono il titolo Aces di ‘città europee dello sport’ per il 2016.

Il protocollo siglato con la Federazione delle città europee dello sport prevede lo sviluppo di iniziative e progetti per il sostegno delle politiche sportive sul territorio come investimento per la salute e la qualità della vita dei cittadini; l’avvio di una rete di contatti e rapporti istituzionali a livello europeo, coinvolgendo le istituzioni locali per la diffusione e la pratica della cultura sportiva; la promozione delle buone pratiche da estendere a livello dell’Unione Europea; e il conferimento di speciali riconoscimenti internazionali denominati “awards”.

“Con il protocollo d’intesa – ha spiegato l’assessore regionale allo sport, Cristiano Corazzari – definiamo criteri e modalità per individuare le candidature alle onorificenze sportive e per candidare le città a quegli ‘awards’ che possono costituire titolo preferenziale per l’assegnazione di contributi economici. Ma soprattutto diamo sostegno e linfa alla pratica della cultura sportiva. Il Veneto è già una regione da primato per numero di praticanti (oltre 2 milioni), di società sportive (12.500) e per risultati agonistici, testimoniati anche dalla presenza di campioni veneti alle prossime Olimpiadi di Rio de Janeiro, pari ad oltre il 10 per cento della rappresentativa azzurra. L’adesione alla rete europea delle centomila municipalità dà ulteriore impulso alla promozione sportiva e ci abilita ad accedere ai programmi internazionali e nazionali di sostegno alla pratica sportiva e di investimento nell’impiantistica sportiva”.

L’alleanza veneto-europea in nome della pratica sportiva, che vede il pieno coinvolgimento delle società sportive per i disabili, potrà offrire alla Regione – ha lasciato intendere il vicepresidente Anci Roberto Pella – una chance in più per accedere alle opportunità offerte dal programma di finanziamento del credito sportivo italiano.

(Regione Veneto)

loading...

Be the first to comment on "IL VENETO NELLA RETE DELLE CITTA’ EUROPEE DELLO SPORT: ASSESSORE CORAZZARI SIGLA PROTOCOLLO CON ACES, CONI E COMITATO PARALIMPICO"

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: