Questura di Padova: Arrestato dalla Polizia di Padova il latitante Ercole SALVAN


Nel corso della nottata, al termine di una articolata attività di indagine, la Squadra Mobile della Questura di Padova, insieme a quella di Venezia, ha stretto le manette ai polsi del cinquantaquattrenne Ercole SALVAN, uno dei più temibili uomini della Mala del Brenta, nascosto in un rifugio  a Chirignago, in provincia di Venezia.
Il difficile e delicato intervento di polizia è avvenuto alle 3 di stanotte ed ha visto impegnati circa 15 agenti, che hanno circondato l’abitazione con annesso fabbricato adibito a macelleria dove il pericoloso e temibile rapinatore si nascondeva da tempo, con la complicità del proprietario dell’abitazione.
Dopo aver circondato la casa e abbattuto il portone d’ingresso del fabbricato e la porta dell’appartamento , gli agenti hanno fatto irruzione e hanno bloccato e ammanettato il pericoloso e temibile latitante,  sorpreso disteso su un divano.
Ercole SALVAN, la primula rossa della banda criminale della Mala del Brenta, era evaso lo scorso 20 Dicembre da un appartamento a Piove di Sacco dove stava scontando gli arresti domiciliari dopo essere stato arrestato per rapina e detenzione illegale di arma da fuoco.
Subito dopo l’evasione avvenuta a Dicembre, gli investigatori della Squadra Mobile di Padova hanno avviato una intensa attività di indagine finchè, attraverso anche pedinamenti e appostamenti, sono arrivati a scoprire il covo dove il malvivente si nascondeva, con l’appoggio di amici e familiari.
Su SALVAN ,  noto alle cronache per il suo curriculum trentennale di efferate rapine, soprattutto a furgoni portavalori e gioiellerie, alcune terminate anche con esito letale, gravava un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per evasione e un ordine di carcerazione per rapina, diventata esecutiva in questi mesi.
Dopo l’irruzione di stanotte, il temibile rapinatore è stato ammanettato e portato in carcere.
Arrestato per favoreggiamento  il suo insospettabile complice.

[Categoria: I fatti del giorno]

(Questura di Padova)

Please follow and like us: